Home Sport Calcio L’Alessandria a Livorno senza paura, va a sfidare la capolista a...

L’Alessandria a Livorno senza paura,
va a sfidare la capolista a testa alta

0
1168

Le parti si sono invertite, anche se un anno fa il Livorno era terzo a -8 dall’Alessandria e in mezzo c’era la Cremonese a -7. Dopo 21 giornate, però, il rendimento è identico: 50 punti i grigi allora e 50 gli amaranto adesso. Allora l’Alessandria aveva appena perso la sua prima partita, proprio a Livorno, e i sette punti di vantaggio di allora non bastarono per salire in B. Lo fece la Cremonese. Propositi di rivincita? Forse un po’, visto che all’andata i labronici vinsero 3-0 fuori casa. Ora i punti di distacco sono 23 e i grigi non hanno ambizioni di primato, però quella di provarci attraverso i playoff sì.
Quindi, capolista o no, la squadra di Marcolini andrà al ‘Picchi’ con l’obiettivo di vincere, come ha fatto sei volte nelle ultime sette gare giocate.

LIVORNO – Sta dominando il campionato: 50 punti, 15 vittorie, 5 pareggi, 1 sconfitta, 46 gol fatti (miglior attacco) e 18 subìti (2^ miglior difesa dopo il Pisa). A tre anni e mezzo di distanza dalla serie A, patron Spinelli ha grande voglia di tornare nel calcio che conta e per questo ha allestito una rosa fortissima, assolutamente di categoria superiore, formata da 26 elementi con un’età media di 26 anni. L’allenatore è il 44enne Andrea Sottil, che dispone la squadra con il 4-2-3-1 e sono addirittura 12 i giocatori mandati in gol.
Ma la parte del leone l’hanno fatta in 4: Vantaggiato con 13 gol, poi Doumbia 7, Murilo e Maiorino 6 testa.

PRECEDENTI – E’ uno degli avversari ‘storici’ dei grigi con 51 precedenti, di cui pochi, solo 9, sono finiti in parità. Per il resto 19 vittorie piemontesi e 23 toscane con 70 reti mandrogne e 75 labroniche (dati Museo Grigio). Le più recenti sono le ultime tre: il 4 settembre 2016 le due squadre si ritrovarono dopo 16 anni e al ‘Moccagatta’ finì 3-1 per l’Alessandria. Il 30 dicembre al Picchi 2-1 per il Livorno, e lì cominciò la fase calante dei grigi, che erano nettamente in testa. Nella gara di andata di questo campionato, giocata a Vercelli per i lavori allo stadio alessandrino, netto 3-0 amaranto (Maiorino e doppietta Vantaggiato).

ALESSANDRIA – Ancora fuori Cazzola per infortunio e con Gonzalez diffidato, c’è un organico un po’ diverso rispetto a domenica scorsa, visto che sono partiti Bellomo, Casasola e Branca e sono arrivati Bellazzini e Ahmed-Kadi. Probabilmente il tecnico grigio Marcolini non cambierà molto la formazione che ha battuto il Pro Piacenza e insisterà sul 4-3-3, che all’inizio potrebbe essere questo: Vannucchi; Celjak, Piccolo, Giosa, Fissore; Nicco, Gazzi, Gatto; Gonzalez, Marconi, Sestu.

ARBITROVincenzo Valiante di Salerno, assistito da Pierluigi Dalla Vecchia di Avellino e Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore dirigerà Livorno-Alessandria di domenica 28 gennaio, ore 14.30, allo stadio “Picchi” di Livorno.

 COPPA ITALIA – Per i quarti di finale della competizione, gara unica ad eliminazione diretta, quindi con eventuali supplementari e rigori, sono stati decisi gli orari: l’Alessandria ospiterà il Renate il 14 febbraio, ore 19.30, allo stadio “G. Moccagatta”.