L’Alessandria debutta al ‘Piola’ e su Sportitalia
alla ricerca della prima vittoria in campionato

0
992

Alessandria al doppio debutto, in casa e in TV, questa sera alle 20.45.
Chiarisco il concetto: non è la prima volta che i Grigi giocano sul sintetico del ‘Piola’ di Vercelli, ma è la prima con lo stadio vercellese come campo di casa; e non è la prima volta che vanno in diretta TV, figuriamoci. Ma finora siamo stati abituati alle dirette costanti di Sportube e a qualche anticipo/posticipo RAI; da quest’anno, e per 3 stagioni, la TV di Stato avrà solo i posticipi della serie C, mentre si è inserita l’emittente Sportitalia come proprietaria dei diritti degli anticipi. Quindi stasera l’Alessandria farà il suo esordio sul canale 60 digitale terrestre per la sfida con il Livorno.
In attesa, ovviamente, della disponibilità del rinnovato ‘Moccagatta’, che tornerà ad ospitare il calcio probabilmente domenica 8 ottobre, con Alessandria-Prato.

LIVORNO – Avversario difficile, reduce da un turno di ‘sosta forzata’ causa alluvione.
Gli amaranto sono sesti in classifica con 4 punti in due partite (2-1 al Gavorrano e 1-1 a Prato) e devono recuperare la sfida casalinga con la Lucchese (merc. 20 sett. h. 20.30).
L’allenatore, nuovo per la stagione, è il 43enne Andrea Sottil, coetaneo, ex compagno di squadra e amico di Stellini. Il modulo adottato, nelle quattro gare fin qui disputate fra campionato e coppa, varia dal 4-4-2, doppia versione con centrocampisti ‘in linea’ e ‘a rombo’, al 4-2-3-1. Attivissimo sul mercato estivo, il Livorno ha ‘svecchiato’ i ranghi abbassando l’età media a 25,5 anni, per un valore complessivo intorno ai 6 milioni di euro. Da segnalare, fra gli acquisti di peso, il trequartista Maiorino (Cremonese), il centrocampista Bruno (ex Pescara e Latina) e l’attaccante Doumbia (Lecce), che vanno ad aggiungersi ai soliti Luci, Valiani e Vantaggiato. Squadra importante, dunque, che ha nella determinazione e nella capacità offensiva le armi migliori.

PRECEDENTISono 50 (48 di campionato e 2 di coppa, fra serie A, B e C), ad indicare una delle storie più lunghe fra gli avversari dell’Alessandria. Il bilancio vede gli amaranto avanti 22 vittorie a 19, 9 pareggi, 72 gol toscani e 70 piemontesi (dati Museo Grigio).
Nella scorsa stagione ci fu una vittoria per parte: 3-1 grigio al ‘Moccagatta’, 2-1 labronico all’Ardenza.

ALESSANDRIA – Settimana corta e ‘blindata’ per la squadra di Stellini che, lunedì a parte, ha ‘oscurato’ gli allenamenti dei suoi, che da ieri dopo la rifinitura sono in ritiro all’hotel Diamante. Dopo il risveglio muscolare di stamattina al centro Michelin e il pranzo, partenza nel pomeriggio alla volta di Vercelli per la gara contro il Livorno.
A parte Vannucchi sono tutti a disposizione, per la prima volta quest’anno, anche se Rossetti deve recuperare e Bellomo è in ritardo di forma. “La condizione fisica generale però è ottima, come hanno dimostrato i secondi tempi di Pontedera e Piacenza – ha puntualizzato Stellini, citando indirettamente i dati del ‘match analysis’ – anche se dobbiamo ancora trovare gli automatismi di gioco e la precisione sotto porta. Ma questo avverrà solo giocando. Sarà una gara tosta, conoscendo il carattere di Sottil, ma noi dobbiamo fare punti”.
Per la formazione dovremmo rivedere il 3-5-2 (“progetto che continua” ha specificato il tecnico) con questo probabile undici iniziale: Agazzi; Casasola, Giosa, Piccolo; Sestu, Cazzola, Gazzi, Branca, Pastore; Gonzalez, Bunino.

ARBITRO E TV– Dirigerà Simone Sozza di Seregno, coadiuvato dagli assistenti Alessandro Rotondale (AQ) e Antonio Catamo (Saronno). Diretta TV alle 20.45 dallo stadio “S. Piola” di Vercelli su Sportitalia (can. 60) e Sportube (streaming).

 

Print Friendly, PDF & Email