19.4 C
Alessandria
venerdì, Giugno 25, 2021

Ciclismo dilettanti: la maglia etica-antidoping si conferma segno di distinzione del Circuito Molinese 2018.

Ieri presentazione ufficiale con analisi del tema doping alla Fondazione Cral di Alessandria, ospite d’onore Franco Balmamion, vincitore dei Giri d’Italia 1962 e 1963

Al quinto anno di legame con l’86° Circuito Molinese, la maglia etica-antidoping rafforza la sua identificazione per lo sport credibile e pulito con la storica gara ciclistica di Molino dei Torti riservata ai dilettanti Elite-Under23 del prossimo 6 ottobre, proponendo, nel solco del successo dell’introduzione nel 2017, una conferenza stampa di  presentazione della sua mission incentrata sul tema ”Il doping: profili sportivi, sanitari, culturali, economici e penali”.

 

L’appuntamento ha ospitato gli interventi delle massime autorita’ provinciali e cittadine sviluppando il coinvolgimento verso la riaffermazione dei valori di correttezza e lealta’ per cui la maglia etica, patrocinata dal Coni, e’ nata come casacca-simbolo che veste l’atleta che si impone nel traguardo volante, collocato al penultimo giro del Circuito Molinese, accettando contestualmente di sottoporsi a fine corsa a un controllo antidoping volontario, svolto dall’Asl di Alessandria, per dimostrare la totale estraneita’ al ricorso alla farmacologia vietata per migliorare le proprie performances agonistiche.

 

Il percorso svolto a Molino dei Torti grazie al dialogo costruttivo con il professor Renato Balduzzi, membro del Consiglio Superiore della Magistratura e Ministro della Salute del governo Monti, ha consentito la presenza costante, unica competizione nel panorama nazionale, del corner informativo dei Carabinieri del Nas del comando Alessandria-Asti-Cuneo che fornisce informazioni sulla loro attivita’ a tutela della salute nella pratica sportiva, e ha messo da subito in vetrina la serieta’ di ragazzi corretti e consapevoli dei loro limiti, da non valicare, scoprendo un sicuro protagonista del ciclismo di vertice in Matteo Moschetti: l’atleta milanese, 22 anni appena, e’ la rivelazione del professionismo italiano 2018 con nove successi conquistati al debutto nella massima categoria che ne fanno il leader azzurro della nazionale Under23 per il mondiale in linea austriaco di Innsbruck di fine settembre.

 

 

 

Se Moschetti ha aperto un anno fa con il suo entusiasmo garbato le presentazioni ufficiali della maglia etica, l’incontro è un omaggio all’unico corridore piemontese capace di conquistare il Giro d’Italia dopo l’ineguagliabile Fausto Coppi: Franco Balmamion, maglia rosa vincente nelle edizioni 1962 e 1963, che porta con se il suo patrimonio di serieta’, abnegazione, pazienza e sana testardaggine che lo ha condotto alle gioie agonistiche piu’ grandi, quegli stessi valori condivisi e diffusi dalla maglia etica che si rispecchiano nella serenita’ interiore anziche’ nell’ansia di affermarsi a qualsiasi costo.

 

Maglia etica e’ sostenuta dai main sponsor Guala Dispensing di Alessandria e  Salumificio Miglietta di Madonnina di Crea (Al) con Fondazione Cral divenuta un partner ospitale per il vernissage che si concludera’ quest’anno con un brindisi, al prossimo atleta etico del Circuito Molinese e ai trionfi di Balmamion, offerto dalla casa vinicola Hic et Nunc di Vignale Monferrato (Al).

 

Albo d’oro maglia etica al Circuito Molinese

 

2014  Davide Falappi

 

2015  Matteo Alban

 

2016  Matteo Moschetti

 

2017  Alessio Bottura

 

 

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli