0.8 C
Alessandria
giovedì, Dicembre 9, 2021

Alessandria, domani c’è il Renate
con l’incognita ‘sciopero del tifo’

Giornataccia, per l’Alessandria Calcio, quella di domani. Per la prima volta in stagione si parte da secondi in classifica dopo un primato durato 34 giornate. E così, dopo aver sognato la promozione per otto mesi, pensando di averla in mano, è arrivato il sorpasso della Cremonese, che ora è padrona del torneo. E in mezzo abbiamo visto la delusione e la contestazione dei tifosi, le facce smarrite dei giocatori, il cambio dell’allenatore, in una situazione che, per alcuni versi, ha del paradossale.
Domani alle 20.30, al ‘Moccagatta’, l’avversario è il Renate, con un preannunciato ‘sciopero del tifo’ che dovrebbe lasciare la Curva Nord semivuota. Ma poi sarà una questione di cuore: se la Cremonese, che gioca alle 14.30, vince, tutto sarà come previsto, ma se non vince i grigi tornano padroni del proprio destino. E’ una possibilità, oltre che una speranza. E a quel punto ‘entrare-o-non-entrare’ sarà un dilemma personale di ogni tifoso, perché vincendo l’Alessandria tornerebbe in testa con il traguardo lì, a portata di mano.
Che sia la squadra di un paesino di 4.140 abitanti, patria dello schermidore Mangiarotti e del cardinale Tettamanzi, a restituire ai grigi il sogno di promozione diretta? Vedremo.

In classifica il Renate è con 50 punti, 5 in più dei 45 dell’11° posto (Pro Piacenza) e quindi quasi certo dei playoff. Negli 11 precedenti giocati le vittorie grigie sono 4, le sconfitte 2 e i pareggi 5, con 15 reti fatte e 10 subite (dati Museo Grigio).
All’andata finì 1-1 (13′ Teso, 33′ Cazzola), ma era solo il quarto pareggio in mezzo a tante vittorie, e l’Alessandria imbattuta guardava tutti dall’alto. L’allenatore è l’ex Luciano Foschi, sulla panchina dei grigi nel 2009 per 27 partite, a cavallo di due stagioni da gennaio (subentrato a Jacolino) fino a novembre (sostituito da Buglio). Nelle ultime 5 gare ha ottenuto solo 5 punti (1 v, 2 p., 2 s.) e domani mancheranno 5 giocatori.

E l’Alessandria? Come sta è un mistero…
Bepi Pillon (in foto, esordio in panchina per lui) crede nella promozione e ci ha lavorato sopra tutta la settimana, ma la reazione dei giocatori si vedrà solo sul campo.
Mancheranno sicuramente Sestu (stagione finita) e Nava (una settimana) mentre gli altri sono a disposizione. Difficile dire quale formazione scenderà in campo, anche se il nuovo tecnico ha già detto che non farà stravolgimenti tattici e punterà ancora sul 4-4-2. Un’ipotesi potrebbe essere questa: Vannucchi; Celjak, Sosa, Piccolo, Barlocco; Marras, Cazzola, Branca, Iocolano; Evacuo, Gonzalez.

Sarà Fabio Piscopo (IM) il direttore di gara designato, coadiuvato dagli assistenti Davide Imperiale (GE) e Massimiliano Magri (IM).

Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x