Seconda conferenza sul futuro a Palatium Vetus

0
753

Lunedì 5 marzo prossimo, ore 17, nella sala broletto di Palatium Vetus è in programma un interessante convegno sul tema LE APPLICAZIONI DELL’INTERNET OF THINGS: DALLO SMART MANUFACTURING ALLA CYBER-SICUREZZA.

Si tratta del secondo appuntamento del ciclo “INTERAGIRE CON IL FUTURO: NUOVE TECNOLOGIE, NUOVE OPPORTUNITÀ”, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’editrice torinese Codice Edizioni, con l’obiettivo di spiegare al pubblico i grandi cambiamenti generati dallo sviluppo delle nuove tecnologie.

Ancora una volta introdurrà Vittorio Bo di Codice Edizione.

Relatori dell’incontro saranno due esperti del settore: il focus sullo smart manifacturing sarà affidato a Paolo Vergori, ricercatore senior presso l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino, dove svolge il ruolo di project manager in progetti europei legati all’industria 4.0 e alla fabbrica del futuro.

A illustrare le problematiche legate alla cyber-security sarà, invece,  Cosimo Anglano, Professore Associato di Informatica presso l’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, dove è titolare dei corsi di “Informatica Forense”, “Sistemi Operativi 2” e “Sistemi Distribuiti”. È fondatore e direttore del Centro Studi sulla Criminalità Informatica. È membro della IEEE Computer Society, del IEEE Technical Committee on Scalable Computing e del Gruppo dei Ricercatori Italiani di Informatica.

Quando abbiamo deciso di organizzare questo ciclo di conferenze sul futuro – afferma Pier Angelo Taverna, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandriaabbiamo cercato di individuare argomenti di grande attualità e di interesse generale e, grazie alla collaborazione di Codice Edizione, abbiamo contattato docenti e ricercatori di altissimo livello, capaci di trasmettere al pubblico informazioni utili a comprendere l’importanza dei cambiamenti che l’intelligenza artificiale ha introdotto nella nostra vita. L’internet delle cose è una delle nuove frontiere dell’uso della rete perché apre prospettive un tempo inimmaginabili. Gli “oggetti” connessi a internet fanno ormai parte della nostra quotidianità, ci semplificano la vita, ci mettono a disposizione una miriade di informazioni e aprono grandi prospettive nel mondo del lavoro dove consentono di ottimizzare i processi produttivi e le attività economiche”. Prosegue il presidente TavernaLo Smart Manufacturing è la strada fondamentale per il rilancio della nostra economia perché consente di far lavorare in modo più intelligente e connesso le risorse, portando velocità e flessibilità, elementi di cui le imprese manifatturiere hanno bisogno per recuperare competitività. Una condizione essenziale per sopravvivere a mercati sempre più avanzati e globalizzati, soprattutto per un Paese come l’Italia, che ha nella manifattura e nelle esportazioni una delle ricette per uscire dalle secche della recessione”.

Al tempo stesso, la sicurezza informatica sta rapidamente diventando una preoccupazione dominante per produttori e consumatori.

“Si tratta di un problema da non sottovalutare – sottolinea il Presidente della Fondazione – ed è questo il motivo per cui ci siamo rivolti ad uno dei massimi esperti del settore per affrontare l’argomento e capire quali sono i reali pericoli e, come cautelarci e come comunicarli”.

 La conferenza è aperta al pubblico e verrà trasmessa in diretta streaming sul sito della Fondazione www.fondazionecralessandria.it dove, dal giorno successivo sarà disponibile per la consultazione alla voce streaming/archivio.

Il ciclo di incontri si concluderà il 19 marzo prossimo con una tavola rotonda sul tema: INNOVAZIONE, ECCELLENZA, TERRITORIO: LO SVILUPPO ECONOMICO DELL’ALESSANDRINO.

Alla quale parteciperanno:

Cesare Emanuel

Marco Giovannini

Fabrizio Palenzona

Print Friendly, PDF & Email