“Immersi nelle storie. Un mondo nuovo” La seconda edizione della Summer School di Media Education per giovani in programma ad Alessandria il 22 e 23 settembre

0
105

Il progetto formativo “Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione”, realizzato grazie al patrocinio e sostegno della Fondazione SociAL di Alessandria, con il patrocinio dell’Università del Piemonte Orientale, propone per il secondo anno consecutivo un campus per la Media Education e i linguaggi cinematografici, visivi e digitali, rivolto agli studenti e, in generale, ai giovani dai 14 anni in poi. Un appuntamento “in presenza” che assume un’importanza e un valore simbolico ancora maggiori in questo difficile periodo, segnato dall’emergenza coronavirus. Un evento fortemente voluto dagli enti organizzatori, per proporre agli studenti e alla collettività una riflessione, in compagnia di esperti del mondo dei media, della comunicazione e del cinema (ospite speciale il regista Lamberto Bava), sull’esperienza che ci coinvolge tutti.

 

La conferenza stampa di presentazione si è svolta nella Sala Lettura dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, alla presenza di Barbara Rossi, Media Educator, Presidente di “La Voce della Luna”, Associazione di cultura cinematografica e umanistica di Alessandria, Michele Maranzana, Docente di Scienze Umane, Giorgio Barberis, Tutor del progetto, Rappresentante Fondazione SociAL, Chiara Castellana, Vicario Dirigente scolastico dell’I.I.S. Saluzzo-Plana di Alessandria, Claudio Pasero, Docente di storia dell’arte, I.I.S. Saluzzo-Plana di Alessandria, rappresentante “Officinema” e Fulvia Maldini, già Docente di Lettere e Storia, I.I.S. “Vinci-Nervi-Fermi-Migliara” di Alessandria.

La Summer School “Immersi nelle storie” – che in questa seconda edizione porta come titolo tematico ulteriore “Un mondo nuovo” – viene offerta gratuitamente agli studenti, nelle mattinate di martedì 22 e mercoledì 23 settembre, negli spazi dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Piazza De Andrè 76, Alessandria. Gli eventi della Summer School saranno fruibili anche in diretta streaming sulla piattaforma dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria.

L’anteprima serale della Summer School – lunedì 21 settembre alle ore 21 – con la presentazione del romanzo fantasy di Lamberto Bava “Il terzo giorno” sarà aperta alla partecipazione dell’intera cittadinanza, pur con le necessarie limitazioni prescritte dall’emergenza sanitaria in atto. A causa del numero limitato di posti a sedere, è richiesta la prenotazione sul sito dell’Associazione Cultura e Sviluppo (www.culturaesviluppo.it).    

La Summer School “Immersi nelle storie” quest’anno propone nella prima giornata un evento speciale, l’incontro con il celebre regista, sceneggiatore e scrittore Lamberto Bava, con la presentazione in anteprima del suo secondo romanzo fantasy, Il terzo giorno; la proiezione del cortometraggio di Paola Settimini e Gaia Fossati Georges Méliès, l’illusione del cinema, realizzato con il patrocinio dell’Università di Urbino; nella seconda giornata la presentazione, a cura del prof. Umberto Mosca e di “Officinema”, dei cortometraggi che raccontano il territorio locale e i suoi principali attori, girati dagli studenti coinvolti nel progetto formativo “Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione”; un laboratorio di giornalismo digitale condotto da Alberto Marello, direttore de “Il Piccolo” di Alessandria. Come lo scorso anno l’iniziativa è valida anche per i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (già percorsi di alternanza scuola-lavoro”).

 

«La Summer School “immersi nelle storie” intende proporsi, in questo 2020 segnato da un’imprevedibile e drammatica emergenza sanitaria, come un prezioso momento di incontro e di riflessione comune, all’inizio di un nuovo anno scolastico che saluta il ritorno a una modalità scolastica “in presenza”», hanno sottolineato la dott.ssa Barbara Rossi e il professor Michele Maranzana. «Abbiamo ritenuto particolarmente importante favorire, nel rispetto delle regole di prevenzione del Covid 19, la condivisione, tra docenti, formatori e studenti, di un’esperienza culturale che grazie all’ausilio della prospettiva pedagogica della Media Education e Media Literacy conduca all’approfondimento critico sul periodo che stiamo attraversando e sulla sua restituzione da parte dei media. Riteniamo fondamentale, in questo senso, la possibilità della partecipazione attiva e consapevole dei nostri studenti, che si sono dimostrati capaci di vivere e raccontare il loro territorio con un uso creativo degli strumenti digitali e ci auguriamo che possano accrescere le loro competenze e l’approccio critico alla realtà quotidiana attraverso il laboratorio di giornalismo digitale proposto da Alberto Marello; mentre l’incontro con Lamberto Bava, grande appassionato e abile costruttore di storie fantasy sia letterarie che cinematografiche, permetterà di affrontare il tema della pandemia proiettandolo in una dimensione narrativa e aperta alla speranza nell’edificazione di “un mondo nuovo”. Infine, la proiezione del cortometraggio di Paola Settimini e Gaia Fossati (una giovanissima ma già promettente aiuto-regista) sulla figura di Georges Méliès, universalmente riconosciuto come il “padre” del cinema fantastico e d’animazione, ci riporterà idealmente alle radici della settima arte, senza le cui sperimentazioni non saremmo in grado di godere della maggior parte degli spettacolari effetti scenici attuali».                    

 

«È fortemente positivo per il nostro Istituto, il “Saluzzo-Plana”, polo umanistico della città, l’esito del progetto “Immersi nelle storie” che sta per chiudersi con l’ultima fase programmata, la Summer School, che avrebbe dovuto svolgersi nel mese di giugno 2020 e che è slittata in questi giorni di ripresa dell’attività scolastica in presenza», ha dichiarato la prof.ssa Patrizia Farello, Tutor scolastico del progetto.

«Si è trattato di un lungo viaggio nel mondo della Media Education che ha coinvolto le classi del biennio e successivamente del triennio, proponendo una seria alfabetizzazione al linguaggio e alla storia del cinema unitamente all’apprendimento e all’uso delle tecnologie multimediali. È stata proposta una riflessione sull’identità dei giovani nel territorio locale, con le sue trasformazioni indotte dalla globalizzazione e dalle migrazioni.  Il percorso formativo si è concentrato sulla narrazione, sulle persone, i luoghi, le collettività, le imprese e ha avuto come finalità prioritaria la prevenzione del disagio, lo sviluppo del senso critico e l’autonomia creativa nell’uso degli strumenti mediatici, favorendo in tal modo la cittadinanza attiva e la relazione positiva con l’Altro. Nell’ambito del progetto sono stati avviati percorsi di Alternanza scuola-lavoro per gli studenti degli ultimi tre anni. La Summer School ha avuto e avrà anche in questa parte conclusiva il compito, grazie all’intervento di relatori di spicco nel panorama culturale sia locale che nazionale, di far riflettere in particolar modo sul rapporto tra cinema, territorio, identità dei luoghi e di chi li abita, stimolando la rappresentazione di una città viva e in evoluzione, colta nelle sue trasformazioni, nel rimescolamento di culture, etnie, confessioni, pratiche e tradizioni. Una modalità “social” e ludica per favorire l’integrazione, il dialogo multiculturale, il rispetto e la valorizzazione delle diversità e delle alterità, i principi della cittadinanza attiva che sono a fondamento della società civile come delle buone pratiche della Media Literacy.

Come istituto che ha partecipato attivamente a tutto il percorso va il nostro ringraziamento in special modo a chi ha fatto da guida esperta e capace di lavorare con giovani adolescenti: il prof. Umberto Mosca, film educator ed esperto in Video Storytelling d’Impresa presso l’Università di Torino; la dott.ssa Barbara Rossi, media educator, giornalista pubblicista e studiosa di cinema; i collaboratori dell’Associazione “La Voce della Luna” Giulia Gollini e Simone Sciamè».

 


“Immersi nelle storie: media literacy, visual story telling e identità di un territorio in trasformazione” è un progetto il cui ente capofila è l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna, in collaborazione con I.I.S. Saluzzo-Plana, AleComics, l’Associazione Amici del Vinci, Ascom-Confcommercio di Alessandria, Associazione Cultura e Sviluppo, Camera di Commercio di Alessandria e Asti, CGIL, CIA Alessandria, FIC-Federazione Italiana Cineforum, Gapp Alessandria, Il Piccolo, bisettimanale di Alessandria, Libreria Mondadori Alessandria, Caffè Teatro e “Officinema”.

Lunedì 21 settembre

Anteprima Summer School

ore 21 (Sala Conferenze)

Lamberto Bava, regista, sceneggiatore e scrittore presenta il suo ultimo romanzo fantasy, Il terzo giorno (ed. Cut Up, 2020), in dialogo con la dott.ssa Barbara Rossi e il pubblico presente in sala

Martedì 22 settembre

ore 10-13 (Sala polifunzionale)

Laboratorio sul cinema e la narrativa fantasy a cura di Lamberto Bava.  Al termine proiezione del cortometraggio di Paola Settimini e Gaia Fossati Georges Mèliés, l’illusione del cinema

Mercoledì 23 settembre

ore 10-11

Proiezione dei cortometraggi realizzati dagli studenti dell’I.I.S. “Saluzzo-Plana” e dell’I.I.S. “Vinci-Nervi-Fermi-Migliara” di Alessandria nell’ambito del progetto formativo “Immersi nelle storie”, a cura del prof. Umberto Mosca e di “Officinema”, laboratorio cinematografico dell’I.I.S. “Saluzzo-Plana” di Alessandria

Ore 11-13

Laboratorio di giornalismo digitale a cura di Alberto Marello, direttore de “Il Piccolo” di Alessandria

 

 

 

 

 
   

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email