Donna investita a Silvano D’Orba e ricoverata in prognosi riservata: arrestato il 46enne alla guida del veicolo

0
1403

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Novi Ligure hanno proceduto all’arresto di P.A., 46enne di nazionalità italiana, già noto alle Forze dell’Ordine, resosi responsabile del reato di lesioni stradali aggravate dallo stato di ebbrezza alcolica.

L’uomo, nel percorrere a bordo del Suv di sua proprietà Via XX Settembre a Silvano D’Orba in direzione di Novi Ligure, giunto in pieno centro abitato, a causa dell’alta velocità ha perso il controllo del veicolo all’altezza di una curva, invadendo la carreggiata opposta. La vettura ha dapprima evitato miracolosamente la collisione con un’auto proveniente dalla carreggiata opposta, a bordo della quale viaggiava una coppia di fidanzati, andando poi ad impattare con un palo della luce. Successivamente, è come rimbalzata verso la parte opposta della strada, investendo in pieno una 54enne, residente a Silvano d’Orba, che si trovava sul marciapiede con altre due donne, a loro volta colpite solo di striscio. A seguito dell’urto subito, la 54enne ha battuto la violentemente la testa e subito ferite con copiosa perdita ematica. Trasportata in codice rosso presso il reparto di rianimazione dell’Ospedale di Alessandria, dove le hanno riscontrato diverse fratture al corpo e alla testa, la donna  è stata ricoverata in prognosi riservata ed è tuttora in coma farmacologico.

Il Suv, invece, a bordo del quale viaggiavano tre persone, si è fermato per un’avaria solo qualche centinaio di metri più avanti rispetto al luogo dell’impatto, danneggiando altre autovetture parcheggiate oltre all’arredo urbano e alla vetrina di un negozio.

L’uomo alla guida, in stato di evidente alterazione psicofisica, sottoposto ad accertamento con etilometro è risultato completamente ubriaco con un tasso alcolemico superiore di oltre 5 volte quello consentito. Condotto dapprima in caserma, al termine delle rapide indagini condotte dai militari operanti, il 46enne è stato dichiarato in arresto e, su disposizione dell’A.G., condotto agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Print Friendly, PDF & Email