Pier Angelo Taverna: cultura e senso civico

0
2097

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria è lo sponsor principale del Premio Acqui Storia e il suo Presidente, Pier Angelo Taverna, non cela la sua volontà di fare cultura.

Quanto è importante dare strumenti culturali ai giovani?

La Fondazione oltre al suo ruolo socio assistenziale ha sempre più rafforzato il sostegno per eventi di spessore culturale: dalla musica, alla danza, al teatro, alla storicità territoriale; la cultura è faticosa ma sempre più necessaria al fine di distrarre i giovani dal web. Anche un premio così serio come l’Acqui Storia può essere un’occasione educativa per i giovani e per il cinquantesimo, l’anno prossimo, abbiamo dei progetti specifici.

A proposito di cultura SolidAl è la nuova Fondazione Onlus che persegue esclusivamente scopi di solidarietà sociale nell’ambito della provincia di Alessandria e delle province limitrofe , promuove lo sviluppo civile, culturale, sociale, ambientale, turistico ed economico nel territorio e chiunque può partecipare.

Qual è lo stato di salute di Alessandria?

La città esce dal dissesto e nel passato non ha saputo trarre vantaggio in tante occasioni; dopo l’alluvione i fondi per la ricostruzione non sono stati sfruttati come si sarebbe potuto ma quello che è più evidente è la mancanza d’amore da parte del singolo che lavora nell’apparato pubblico. Una volta, l’addetto al reparto x, se fuori dall’orario di lavoro, notava qualcosa di sbagliato se ne prendeva cura; è il senso civico collettivo e del singolo che è venuto meno e ciò significa non amare la propria città. Bisogna ripartire da ciò.

E l’economia del territorio?

Il default del Comune ha creato un blocco più psicologico che reale mentre fioriscono iniziative importanti e anche gli investimenti da oltre confine sono interessanti. Bisogna semplificare la burocrazia e creare un unico interlocutore, un tutor che accompagni l’impresa nel suo insediamento. Le infrastrutture e la logistica ci penalizzano ma abbiamo dei valori aggiunti che vanno rinvigoriti come l’artigianato di qualità e il futuro si giocherà proprio sulla qualità di ciò che sarà implementato.

Se fosse il primo cittadino cosa farebbe?

Farei un appello – (sorride, ndr)- a tutti i dipendenti perché si prendano cura della città, i problemi si risolvono anche con piccoli gesti e grande senso civico.

Chi vuole sentirsi parte di SolidAl può partecipare al fundraising per il territorio e visitare il sito http://www.fondazionesolidal.it/

Fausta Dal Monte

Print Friendly, PDF & Email