L’Atm rinnova il proprio parco mezzi

0
972

Dieci nuovi bus per Alessandria

ATM incrementa l’efficienza e la sicurezza del trasporto pubblico di Alessandria  introducendo nuove versioni di autobus, con un minor impatto ambientale, minori costi di gestione e in grado di offrire un servizio di maggior qualità e con miglior comfort agli utenti. L’ acquisizione si colloca all’interno di un progetto di tutela ambientale perseguito dall’azienda, volta a garantire la vivibilità del centro storico e del capoluogo.

Una trentina di autobus a metano saranno affiancati dai nuovi mezzi di categoria EEV ed Euro 6; i nove mezzi in uso saranno sottoposti a retrofitting e verranno portati da Euro 2 a Euro 5; inoltre ATM punta all’acquisizione di tre ulteriori bus elettrici attraverso la partecipazione al Bando regionale in corso.

Cinque dei nuovi autobus sono progettati e prodotti dalla ditta Rampini Carlo s.p.a di Passignano (Pg), si tratta di ALE’ diesel con classe di emissione euro 5/EEV, in grado di offrire elevate prestazioni di trasporto, qualità del servizio con bassi costi di manutenzione e gestione,  con  dimensioni  esterne contenute, il meglio per la circolazione in area urbana e nel centro storico.

Tre dei nuovi mezzi, quelli con motore euro 6 BlueTec, sono di Tomassini Style, Azienda che nasce come carrozzeria nell’anno 1964 e che proprio quest’anno festeggia il 50° anniversario ed è entrata oramai da molti anni nel settore dei costruttori di autobus. I tre mezzi di Tomassini sono costruiti per rispondere alle esigenze del trasporto di persone disabili con 7 posti a sedere per deambulanti + 2 posti carrozzella + circa 6 posti in piedi per accompagnatori + conducente.

Il potenziamento della flotta ATM, costituisce pertanto un vero e proprio restyling attuato anche in vista dell’EXPO 2015, che consentirà di gestire al meglio il trasporto dei turisti non verso Milano ma verso il Monferrato, dichiarato patrimonio dell’UNESCO, rivalutando così il territorio di Alessandria a livello turistico ed enogastronomico. Non ultimo, ma sicuramente importante, tutti i mezzi sono accessibili ai disabili, sia motori che sensoriali.

Print Friendly, PDF & Email