3.4 C
Alessandria
lunedì, Gennaio 24, 2022

Brevi di cronaca dai Carabinieri ad Alessandria e provincia

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato della Compagnia dei Carabinieri di Alessandria.

Attività di prevenzione e repressione costante quella posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Alessandria sia nel capoluogo che nell’hinterland con diversi risultati positivi. Lo svolgimento dei servizi preventivi ha consentito di denunciare in stato di libertà otto persone e di segnalare una persona alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. In particolare, continua da parte dei militari un costante controllo di persone che guidano in stato di ebbrezza, circolano sprovviste di patente o di assicurazione o che utilizzano veicoli già sequestrati. Da segnalare che dal 1° luglio sono state ben 21 le auto sequestrate perché sprovviste di copertura assicurativa.

  1. I Carabinieri della Stazione di Spinetta Marengo hanno denunciato per spendita di banconote false due cittadini italiani di 54 e 28 anni, padre e figlio residenti in provincia di Alessandria, pregiudicati. L’indagine prendeva spunto dalla denuncia presentata dalla titolare di un distributore di benzina sito sulla SP 10 a Spinetta Marengo, la quale riferiva ai militari che un’auto alle 12.00 circa del 05 agosto si fermava nel suo distributore per fare 10 euro di rifornimento e il conducente pagava con una banconota da 50 euro, ricevendo il resto di 40 euro. La donna si accorgeva poco dopo che la banconota era falsa ed era corsa nel piazzale del distributore nel tentativo di fermarli, ma l’auto ripartiva subito. Alla vittima non rimaneva altro che estrapolare i filmati registrati dalla telecamere di sorveglianza del distributore, da cui aveva modo di rilevare la targa del veicolo, e presentare la denuncia. La vittima aveva anche visto in faccia i due occupanti del mezzo, uno dei quali le si era avvicinato per pagare. I militari sequestravano la banconota falsa consegnata dalla donna e iniziavano le indagini partendo proprio dalla targa dell’auto. Si accertava che l’auto, pur non essendo di loro proprietà, era spesso usata da padre e figlio. I militari di Spinetta quindi acquisivano inizialmente la foto del 28enne che, visionata dalla vittima, permetteva di riconoscere uno dei due autori del reato. Veniva di conseguenza richiesto all’Autorità Giudiziaria un decreto di perquisizione nei confronti dei due, il quale veniva ottenuto ed eseguito in data 18 agosto. Nella loro abitazione non veniva rinvenuto nulla, mentre nell’auto in uso ai due, in un vano portaoggetti, veniva rinvenuta una busta contenente altre tre banconote false che riportavano lo stesso numero seriale della prima consegnata alla titolare del distributore. Anche queste tre banconote venivano quindi sequestrate e anche il 54enne veniva successivamente riconosciuto dalla vittima come il secondo autore del reato commesso il 05 agosto. Pertanto, entrambi venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria per spendita di banconote false.
  2. I Carabinieri della Stazione di Bassignana hanno denunciato per guida senza patente perché revocata e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere un cittadino italiano di 26 anni, residente in provincia, pregiudicato. Il 26enne, in compagnia di un amico straniero, veniva fermato dalla pattuglia a Pietra Marazzi alle 16.00 circa del 16 agosto mentre si aggiravano in auto in maniera sospetta tra le abitazioni isolate. I due uomini, vista la loro presenza strana sul posto, venivano perquisiti e la perquisizione veniva estesa anche all’auto dove venivano rinvenuti un coltello multiuso e un cutter riposti nel vano portaoggetti e sotto un tappetino. Alla richiesta di fornire il documento di guida il 26enne riferiva che gli era stato revocato. Dagli accertamenti effettuati in banca dati la patente dell’uomo risultava revocata già dalla fine del 2012 dalla Prefettura di Bari ed è stato accertato che in passato erta stato denunciato altre tre volte per guida con patente revocata. L’uomo veniva così denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida senza patente, mentre l’auto veniva sottoposta a fermo amministrativo e affidata al proprietario, che è persona diversa dall’odierno denunciato. Il coltello e il taglierino venivano sequestrati e l’uomo veniva anche denunciato per il porto ingiustificato di strumenti da taglio.
  3. I Carabinieri della Stazione di Spinetta Marengo hanno denunciato per guida senza patente perché mai conseguita un cittadino italiano di 30 anni, residente ad Alessandria, pregiudicato. Il 30enne veniva fermato dalla pattuglia in via Gambalera a Spinetta alle 17.00 circa del 17 agosto mentre si trovava alla guida di un’auto di proprietà di terza persona. Alla richiesta di fornire il documento di guida, il 30enne riferiva di non averla mai avuta. Dagli accertamenti effettuati in banca dati infatti l’uomo non l’aveva mai conseguita ed era stato denunciato nel gennaio 2013 per lo stesso motivo perché sorpreso a guidare proprio la stessa auto. L’uomo veniva così denunciato all’Autorità Giudiziaria per guida senza patente, mentre l’auto veniva sottoposta a fermo amministrativo perché guidata da persona sprovvista di patente e a sequestro amministrativo perché sprovvista anche di copertura assicurativa e affidata alla deositeria giudiziale.
  4. I Carabinieri della Stazione di Castellazzo Bormida hanno denunciato per sottrazione di cose sottoposte a sequestro un cittadino rumeno di 39 anni, pregiudicato. Il 14 agosto i militari di Castellazzo dovevano dare esecuzione a un’ordinanza di confisca di un’auto e di contestuale trasporto presso la depositeria giudiziale, come disposto dalla Prefettura di Alessandria, dell’auto di proprietà del rumeno e sottoposta a sequestro amministrativo nel settembre del 2012. I militari cercavano il rumeno in quella che tempo prima aveva indicato come la sua abitazione, accertando che l’uomo si era nel frattempo reso irreperibile e anche l’auto, a lui affidata nel 2012 a seguito di sequestro, non veniva ritrovata nel luogo dove era stata portata dal rumeno per la custodia. Ovviamente l’uomo, che aveva l’obbligo di tenerla in quel luogo e di non muoverla, è stato denunciato in stato di irreperibilità per la sottrazione di cose sequestrate.
  5. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno denunciato per la violazione delle norme sull’immigrazione due cittadini marocchini di 34 e 29 anni, pregiudicati, senza fissa dimora. I due venivano controllati dalla gazzella il 18 agosto alle 02.30 circa in via Legnano mentre si aggiravano a piedi per le vie del centro. Nel momento dell’identificazione, alla richiesta di esibire il permesso di soggiorno ne erano entrambi sprovvisti e si trovavano illegalmente nel territorio nazionale. Veniva anche accertato che il 34enne erano già stato denunciato per lo stesso reato e si trovava sul territorio nazionale senza avere ottemperato a un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Alessandria nel settembre 2011. A quel punto, trovandosi sul territorio nazionale in maniera irregolare, venivano accompagnati in caserma dove venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria per il loro stato di clandestinità e veniva avviata nei loro confronti la nuova procedura di espulsione dal territorio nazionale.
  6. Numerosi i controlli in città nella sera del 18 agosto e nella notte del 19 agosto con il rinvenimento di sostanza stupefacente e una denuncia per guida in stato di ebbrezza. I Carabinieri della Stazione Alessandria Cristo hanno segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti un cittadino italiano di 43 anni, pluripregiudicato. La pattuglia fermava l’uomo in via Maggioli alle 19.00 circa del 18 agosto mentre si trovava a piedi in una zona appartata con atteggiamento sospetto. Visto anche il nervosismo dell’uomo, veniva perquisito e all’interno di un marsupio veniva trovata una confezione in cellophane contenente dell’hashish. Lo stupefacente, del peso di 7,3 grammi, veniva sequestrato e il 43enne segnalato alla Prefettura quale assuntore. I Carabinieri della Stazione di Alessandria Principale hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un cittadino italiano di 52 anni, residente in provincia di Alessandria, pregiudicato. La pattuglia fermava l’uomo alle 02.00 circa del 19 agosto in via San Giovanni Bosco mentre era alla guida di un’auto di proprietà di terza persona. Durante il controllo per il 52enne sorgeva il sospetto che avesse assunto bevande alcooliche visto il forte odore di alcol che proveniva dalla macchina. Sottoposto al test dell’etilometro, questo evidenziava un risultato di oltre 1,10 g/l, cioè oltre il doppio del limite massimo consentito per legge. Per lui, oltre la denuncia all’Autorità Giudiziaria anche il ritiro immediato della patente, mentre l’auto veniva affidata a persona in grado di guidare.
  7. Da inizio luglio a oggi sono state sequestrate ad Alessandria e nei comuni dell’hinterland ben 21 autovetture sprovviste di assicurazione, 10 delle quali nella sola città di Alessandria, cinque a Bassignana, due a Oviglio, due a Felizzano e due a Solero. Per i proprietari dei mezzi una pesante sanzione amministrativa e il sequestro amministrativo del veicolo. Questi controlli evidenziano che tale fenomeno non accenna a diminuire ed è diffuso in maniera preoccupante anche in Provincia. I controlli in questo campo continueranno ininterrottamente vista la pericolosità per gli altri utenti della strada dovuta alla presenza di veicoli che circolano senza la prevista copertura assicurativa con le conseguenze anche gravi che ne possono derivare.
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x