Aspettando San Baudolino: i Sapori d’Autunno

0
692

L’Amministrazione comunale, in collaborazione con la Provincia di Alessandria, la Camera di Commercio e il Consorzio Pro.com. organizza, per il quarto anno consecutivo, l’iniziativa “Aspettando San Baudolino: i Sapori d’autunno”, sabato 9 novembre 2013, dalle 9 alle 19 nelle vie del centro storico.
Anche il sabato, pertanto, si rinnova l’occasione di visitare il cuore di Alessandria, immersi in un vero centro commerciale all’aperto che unisce, alle occasioni dello shopping tradizionale, le eccellenze enogastronomiche della provincia.
I negozi, aperti anche la domenica, proporranno le nuove collezioni autunnali, con offerte interessanti per la clientela, mentre all’aperto stand enogastronomici di qualità stuzzicheranno anche i palati più esigenti.
Un’altra occasione per animare e vivacizzare la città, per incontrare gli operatori che puntualmente tornano nel capoluogo con le loro ghiottonerie, per ritrovare e degustare le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio.

La galleria Guerci si trasformerà con i colori, i profumi, gli odori dell’autunno: un salotto chic e gustoso da vedere e da assaggiare: dalle proposte dolci di castagne, tartufi di cioccolato e tortino di zucca alla piramide calda di funghi porcini, zucca e crema di patate, piccole perle di zucca con robiola di Roccaverano e passata di ceci e barbabietola rossa stufata avvolta in funghi fritti con salsa di Montebore.
Sono proposte culinarie golose, realizzate esclusivamente con prodotti a Km zero, dal formaggio Montebore alla zucca e alla barbabietola di Castellazzo, alla robiola di Roccaverano fino ai ceci della Merella.
Già da sabato i visitatori potranno passeggiare tra gli stand, guidati dall’olfatto che scopre il profumo dei tartufi “tradizionali” e tra le pasticcerie de.co., per gustare i tartufi dolci.
Afferma l’assessore allo Sviluppo Economico e Qualità Urbana, Marica Barrera: “Ancora una volta il mio ringraziamento va ai commercianti alessandrini per la loro adesione partecipativa ad iniziative, manifestazione ed eventi. La loro capacità di ‘fare rete’ rappresenta un’insostituibile opportunità di rilancio grazie all’attrattività che riescono a realizzare anche nei confronti di persone provenienti da fuori città”.
Sono felice di vedere una partecipazione copiosa degli operatori a tutte le iniziative che si svolgono in città, è un segnale di ottimismo e opportunità di lavoro per gli imprenditori del commercio fisso ed ambulante” –

Il Neo Presidente della CCIAA, Gian Paolo Coscia, dichiara – “Ho iniziato il mio mandato sotto i migliori auspici, inaugurando il Salone Nazionale del Biscotto e ora tengo a battesimo un’altra iniziativa dell’eccellenza che sa esprimere la nostra terra. E’ compito della Camera di Commercio promuovere e valorizzare le ricchezze che il territorio ci regala e la maestria con cui i nostri operatori sanno trasformare i prodotti in squisitezze gustose”.
“La Provincia organizza e promuove eventi, come questo, per diffondere la conoscenza dei prodotti locali ed artigianali e difendere un’agricoltura sostenibile, per mettere in contatto produttori e consumatori. Dare la giusta importanza a ciò che si mangia, conoscere l’origine del cibo, il lavoro degli agricoltori e rispettare la stagionalità sono i valori che ci guidano”- sostiene l’Assessore all’Agricoltura della Provincia Lino Rava.
“Per due giorni la città diventa una bella vetrina dei nostri orti, dove gli agricoltori possono esporre e proporre prelibatezze provenienti direttamente dalle nostre campagne. Per le associazioni agricole è fondamentale abituare il consumatore al gusto, perché solo assaggiando ed alimentandosi con prodotti sani e buoni non si potrà rinunciare ad essi – dicono il Presidente di Cia Ricagni, di Coldiretti Paravidino, di Confagricoltura Luca Brondello e di Confcooperative Balsamo.
Conclude la presidente Pro.Com- Ulandi – per noi è sempre un piacere organizzare eventi in città e relegare il grigio del nostro cielo solo in un’avvolgente elemento climatico che crea atmosfera,con la volontà di proporre una città frizzante, colorata e profumata dalle bontà della nostra ricca provincia. Dobbiamo tutti essere consapevoli che dietro questi eventi c’è la cultura che con le nostre scelte alimentari, influisce sull’ambiente e sulla nostra salute”.

Print Friendly, PDF & Email