La storica facciata dello stadio 'Moccagatta' (1929), la casa dei grigi

Sinceramente ho finito gli aggettivi per definire la stagione dei grigi. Se è vero che la penalizzazione di 1 punto era nell’aria e ne avevo già parlato, spiegando che dal -4 richiesto si è arrivati al -1 col patteggiamento (bravo il segretario Marra Cutrupi), è altrettanto vero che il presidente Benedetto è stato inibito per 23 giorni per la medesima situazione.
In classifica l’Alessandria resta terzultima, ma scende da 12 a 11 punti, con Fiorenzuola e Novara attaccate lì dietro a quota 10. 

Il rientro di Ciancio

Con un comunicato ufficiale l’Alessandria ha reso noto che il calciatore Simone Ciancio è stato riammesso in gruppo e sarà a disposizione dell’allenatore. Perché durante un incontro col dt Ninni Corda ha ammesso le colpe delle ultime settimane, con interferenze esterne, polemiche e cadute di stile. Il terzino ha chiesto scusa alla squadra, allo staff e al dt. In questo caso ha vinto la ‘linea Benedetto’, che a più riprese aveva chiesto il reintegro del giocatore, invocando il perdono.

L’esonero di Goglia

Il settore giovanile è senza responsabile: oggi un comunicato ufficiale ha certificato l’esonero, con effetto immediato, di Mario Goglia, ringraziato come da prassi per il lavoro svolto e con gli auguri per il prosieguo della carriera.

Il frullatore grigio continua, dunque. Mi aspetto altre sorprese nel prossimo futuro. Ci sarà una fine? Ma, soprattutto, l’Alessandria riuscirà a salvarsi?

Di Raimondo Bovone

Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x