Partita perfetta della Lucchese,
l’Alessandria si arena sullo 0-0

0
1026

L’Alessandria sbatte sulla Lucchese e conquista solo 1 punto. Si tratta, di fatto, del 20° risultato utile consecutivo dei grigi, il 15° se si considera solo il campionato. Ma c’è da dire che la squadra di Giovanni Lopez ha giocato una gara tatticamente perfetta, facendo benissimo tutto ciò che doveva per impedire all’Alessandria di verticalizzare. E non è stata una gara puramente difensiva: nella prima mezz’ora i rossoneri toscani hanno giocato meglio, impedendo spesso alla formazione di Michele Marcolini di uscire e di ripartire. Poi, nel finale di primo tempo e per tutta la ripresa, si è giocato in una sola metà campo, e veniva facile pensare che, col passare del tempo, i grigi avrebbero sfondato. E invece no: pure senza 5 elementi (“ma alle assenza siamo abituati, siamo sempre messi così” ha spiegato Lopez alla fine) la Lucchese è riuscita a strappare lo 0-0 rischiando pochissimo.

LA PARTITA – Piuttosto noiosa, con zero rischi per i grigi e tre tentativi verso la porta ospite: un sinistro di Nicco dal limite nel primo tempo, un colpo di testa di Giosa nella ripresa, entrambi parati da Albertoni, più una palla ‘spizzata’ da Marconi e clamorosamente ‘ciccata’ da Russini nel finale di gara. Stop. L’essenza della gara è concentrata in questi tre episodi. Per il resto Lucchese sempre ordinatissima, con rapido giro-palla nella prima mezz’ora e poi perfetta nelle chiusure e nel gioco aereo, e Alessandria volitiva, concentrata, caparbia, ma incapace di trovare la profondità e il guizzo vincente. Vanno dati grandi meriti ai toscani tutti, mentre in casa mandrogna sono parsi un po’ sotto tono Gonzalez, Bellazzini e Marconi; il migliore è stato Gazzi, signore del centrocampo, bravo a fermare tutti i tentativi di ripartenza rossoneri. Ma non è bastato per fare gol. Da quando c’è Marcolini è la quarta volta che la squadra non segna: il secondo 0-0 in campionato (dopo il Monza, ndr) più i due 0-0 delle semifinali di Coppa con il Pontedera. Ma poi andò meglio con i calci di rigore.

LA CLASSIFICA – L’Alessandria è scivolata al 6° posto con 47 punti, vista la contemporanea vittoria della Carrarese che è salita a 49. I punti di ritardo dal quarto posto della Viterbese sono sempre 4, ma da dietro risale prepotentemente il Monza, che sta a quota 45. Fra cinque giorni si torna in campo con l’Arzachena (martedì 3 aprile, ore 14,30, stadio ‘Moccagatta’) e si tratta di un recupero, quello del 3 marzo. Giocheranno anche Viterbese e Monza, ma non la Carrarese, che potrebbe essere sorpassata.

 

Print Friendly, PDF & Email