1.8 C
Alessandria
domenica, Dicembre 5, 2021

L’Alessandria chiude l’andata a Pontedera con l’obiettivo di aumentare il vantaggio

“Il Pontedera è una squadra pericolosa, ha due punte veloci che per noi sono difficili da contrastare. Quindi dobbiamo stare molto attenti. E non dobbiamo pensare alla vittoria del Livorno a Cremona, non ci interessa. Noi dobbiamo fare la nostra strada e alla fine si faranno i conti”. Parola di Piero Braglia, che fa il pompiere e cerca di spegnere sul nascere i fuochi dell’entusiasmo che ormai stanno divampando in città. Ce n’è ragione, perché l’Alessandria comanda con 10 punti sulla seconda e 13 sulle terze, ma mancano 20 partite e i giochi sono più che mai aperti. ‘Pierino la peste’ non vuole che i suoi mollino la presa e abbassino l’attenzione, perché sedersi sugli allori, a questo punto, potrebbe fare disastri.

La gara di domani (16.30) al ‘Mannucci’ è l’ultima sfida del girone di andata e chiude, per i grigi, il ciclo delle toscane (9). Il Pontedera attualmente è 17°, piena zona playout, con 18 punti portati da 4 vittorie e 6 pareggi, mentre le sconfitte sono state 8, con 17 gol fatti e 30 subìti. E’ in serie positiva da cinque turni, e gli 11 punti fatti hanno ridato fiato alla classifica dopo una serie ‘terrificante’ di 7 gare  in cui ha raccolto solo 1 pareggio. In casa i granata hanno vinto 2 volte, pareggiato 4 e perso 3, con 12 gol fatti e 17 subìti.
L’allenatore è il fiorentino Paolo Indiani, un grande delle serie minori con i suoi sei ‘primi posti’ fra Eccellenza, serie D e C2; seduto sulla panca del Pontedera dal maggio 2012, ha guidato la squadra granata per 130 volte. Profeta del 3-5-2, quest’anno ha utilizzato anche il 4-4-1-1. La squadra è giovanissima (età media 22 anni, per una rosa di 25 elementi) con alcuni ragazzi interessanti in prestito da Juventus, Empoli e Sampdoria; gli elementi di punta sono i trequartisti Santini (8 gol) e Di Santo (2 gol), oltre al capitano Federico Vettori (34 anni, sesta stagione al Pontedera, nel ’08-’09 alla Valenzana), unico della rosa nato prima del 1992, e all’attaccante di scuola Juve Davide Cais, che con le sue 18 presenze è quello che ha giocato di più. Mancherà il centrale difensivo Videtta, fermato per una giornata dal Giudice Sportivo.

Da uno squalificato all’altro: Gianluca Nicco salterà la sfida di Pontedera, mentre dovranno stare attenti Cazzola (diffidato) e Gonzalez (3 ‘gialli’). Mancheranno anche Marconi (cure, rientro la prossima settimana) e Sestu, che potrebbe essere disponibile per Livorno; Marras e Fissore, invece, sono completamente recuperati. Domani pomeriggio il 4-4-2 di partenza dell’Alessandria potrebbe essere questo: Vannucchi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Barlocco; Marras, Cazzola, Branca, Iocolano; Gonzalez, Bocalon.
A dirigere la gara sarà Daniel Amabile (VI), assistito da Mattia Scarpa (RE) e Gianluca Sartori (PD).

Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x