Alessandria fermata sul pari dalla Giana
Ora la Cremonese è seconda a 1 punto

0
1071

Il secondo pareggio esterno consecutivo dei grigi, 1-1 a Gorgonzola contro la Giana Erminio, accorcia la classifica in testa e la Cremonese, alla sesta vittoria consecutiva, sale a -1 dalla capolista. Vero è che la squadra di Tesser sta vivendo il suo periodo migliore, come l’Alessandria nelle prime giornate che, dopo 6 successi in fila, venne fermata proprio dai grigiorossi. E ne guadagna pure la terza, l’Arezzo, che riduce il distacco da 10 a 8 lunghezze.
In campo col solito 4-4-2 e senza gli infortunati Sestu e Piccolo, l’Alessandria di Piero Braglia ha faticato all’inizio e poi si è ripresa bene, controllando e ripartendo. Va detto che la partita è stata bellissima, giocata solo per vincere da entrambe le parti, ad un ritmo e con un’intensità degni della Champions League, con continui ribaltamenti di fronte, tante emozioni e mai una pausa. Merito di entrambe le formazioni, con i lombardi che lamentano l’annullamento di due gol (uno per fallo su Vannucchi, l’altro per fuorigioco di Bruno) e i piemontesi che hanno sbagliato una quantità industriale di palle-gol. Difficili da dimenticare le due fallite da Bocalon nel primo tempo, poco prima del vantaggio firmato da Gonzalez (10° gol) su assist di Iocolano (foto Sandro Niboli).
Dopo il primo tempo ci si aspettava che la furia della squadra di Albè scemasse, e invece la velocità dei padroni di casa ha portata al pareggio (62′ Bonalumi), non senza aver rischiato il raddoppio. Il calo della Giana è stato graduale dopo l’1-1 e i grigi si sono riversati in avanti alla ricerca della vittoria, ma un po’ l’imprecisione e un po’ la sfortuna hanno impedito il successo della capolista. Nel complesso l’Alessandria è migliorata rispetto a Roma, soprattutto nell’atteggiamento e nella reattività, ma i fatti dicono che è finita con lo  stesso risultato.
Ora doppia sfida con le toscane: si torna al ‘Moccagatta’ alle 14.30 (Carrarese) quindi si va a Prato (18.30). Certo che la cabala, per chi ci crede, funziona: l‘ORA DEI GRIGI, le 18.30, ha sempre visto vincere Gonzalez e compagni (9 volte), mentre alle 14.30 sono arrivati la vittoria di Olbia più due pareggi; nell’unica uscita alle 20.45 la ‘X’ con la Cremonese. L’Alessandria resta imbattuta, con la miglior difesa (10, come la Viterbese) e il miglior attacco (28), è la squadra che ha vinto di più (10, come la Cremonese) mentre i 3 pareggi sono finiti tutti 1-1.

Print Friendly, PDF & Email