1.6 C
Alessandria
martedì, Novembre 30, 2021

Cosa fare se c’è un ponteggio…

Quando in un condominio si decide di procedere con i lavori di restauro dell’edificio, è molto frequente collegare operazioni impegnative e di grande respiro come l’attuazione di un cappotto termico ad altre più semplici ma strettamente correlate: anche perché, in entrambi i casi, la base di partenza è sempre rappresentata dalla costruzione di un ponteggio a ridosso dei balconi. Ad esempio, dopo aver sistemato accuratamente la plastica lungo tutta la superficie dei pavimenti per evitare che le piastrelle dei balconi possano rimanere macchiate o segnate dai detriti o dai calcinacci, accade spesso che in questi casi si proceda con il livellamento della base delle ringhiere e la consecutiva riverniciatura. Questo procedimento, però, va fatto non prima di aver eliminato tutta la ruggine presente, dato che un balcone è continuamente esposto agli agenti atmosferici. Per ovviare a questo problema, occorre utilizzare prima la carta vetrata o una spazzola d’acciaio e passare successivamente sulla superficie un panno inumidito con un prodotto solvente (nitro o acquaragia). Oltre al classico barattolo di vernice, quando si procede alla verniciatura delle ringhiere di un balcone occorre munirsi anche di un barattolo di acquaragia, di un panno nuovo (o comunque pulito) e di vari pennelli che abbiano diverse dimensioni (sia con setole dure, sia con quelle piatte): in particolare, il cosidetto pennello “a pipa” può essere particolarmente utile per arrivare a verniciare anche gli angoli più difficili e nascosti.Bioedilizia-(3) Allo stesso modo, si può approfittare dell’occasione per sostituire o, perlomeno, riverniciare sia le parti in legno presenti all’interno delle finestre, sia i marmi che si trovano nel pavimento dei balconi o sui davanzali, soprattutto nel caso in cui il materiale originale dimostri chiari segni di usura. Una volta concluse le varie operazioni, è consigliabile una dose di silicone per rivestire le varie fessure presenti nelle finestre e detergenti sgrassanti per pulire la polvere che, inevitabilmente, nel corso dei vari lavori si sarà accumulata sulle tapparelle.

Gianmaria Zanier

Articolo precedenteDesign trasformista
Articolo successivoLa sindrome del tunnel carpale
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x