Giornata FAI d’Autunno: tutti i luoghi aperti in provincia

0
1366

Torna per la sesta volta la “Giornata FAI d’Autunno”, una giornata – domenica 15 ottobre – alla scoperta delle bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche del nostro territorio, grazie al costante lavoro della Delegazione di Alessandria e dei suoi Gruppi FAI.

Ad Alessandria sarà aperta per l’occasione la Cittadella, dove la scienza entra in gioco con il Museo delle Telecomunicazioni, che con i suoi manufatti artigianali fa rivivere la storia della comunicazione da Galvani a Marconi grazie alla mostra del signor Claudio Gilardenghi. A Sezzadio saranno visitabili l’Abbazia di Santa Giustina e la chiesa di Santo Stefano; Basaluzzo aprirà le porte dell’antico mulino con visite guidate dalle 10 alle 17 (inizio ultimo giro), mentre a Quattordio si potrà visitare il castello di Lajone completamente restaurato e riportato all’antico splendore. Storia, leggenda e spiritualità si fondono armoniosamente a Rocca Grimalda, dove i visitatori potranno immergersi nell’atmosfera del borgo medioevale, e a Mornese alla scoperta della casa natale di S.Maria Domenica Mazzarello, situata nell’omonima frazione “Mazzarelli”.

Non mancheranno infine percorsi storico-naturalistici: a Castellazzo Bormida , in una delle storiche baracche sulle rive del Bormida, attraverso una mostra fotografica e di antichi strumenti e il racconto di vecchi pescatori del luogo sarà possibile rivivere il loro mestiere come in passato, mentre i comuni di Piovera, Alluvioni Cambiò e Sale si muoveranno sulle orme della VENTO, la grande dorsale cicloturistica di collegamento fra Venezia e Torino che consentirà di immergersi completamente nel verde con una passeggiata tra natura e cultura che non trascura le bellezze artistiche come l’auditorium comunale di Piovera, la gipsoteca “Giovanni Taverna” ad Alluvioni Cambiò e la chiesa di Santa Maria a Sale.

Il Gruppo FAI Novi Ligure aprirà al pubblico, per la prima volta, i parchi-giardino di quattro ville novesi  che tra l’Ottocento e il Novecento ospitarono la borghesia genovese. I volontari del FAI guideranno i visitatori alla scoperta  di Villa Pernigotta, Villa Campanetta-Boccardo, Villa Ricarda, Villa Lina (di cui verrà aperto anche il piano terra), attraverso un percorso a piedi di circa 10-15 minuti dal centro di Novi Ligure, oppure di altrettanti 10-15 minuti circa dal quartiere G3. Sarà inoltre possibile usufruire del servizio di navetta gratuito , con partenza da Piazza Sant’Andrea e ad uso esclusivo di chi usufruirà di tale servizio, verrà messo a disposizione il parcheggio del cortile del Collegio San Giorgio.

Federica Riccardi

Print Friendly, PDF & Email