12.2 C
Alessandria
domenica, Ottobre 17, 2021

Biennale Piemonte e Letteratura: 20 giorni all’insegna di Dante in Monferrato

Con la collaborazione della Fondazione CRA, che dal 1976 sostiene la Biennale, del Comune e della Fondazione “Carlo Palmisano”, anche quest’anno San Salvatore Monferrato torna al centro della Cultura, rispettando un appuntamento tradizionale. Saranno venti giorni di stimoli per testimoniare, con una coralità di eventi, la scommessa vinta dai fondatori, creando un macrocosmo culturale capace di varcare i confini con i suoi 17 convegni e altrettanti volumi di Atti presenti nelle biblioteche di tutto il mondo, più 12 seminari alla presenza dell’autore e 17 Premi per la saggistica. Ma come si svolge la Biennale? Il 25 e 26 ottobre ci sarà una lezione dantesca nel teatro di S.Salvatore: il primo giorno (ore 21) per le UniTre e il secondo (ore 10) per gli studenti dei licei del Monferrato. La novità di quest’anno sta nella forma, che trasforma la lezione in spettacolo (recitato da professionisti), offrendo una rappresentazione di Dante alle prese con la “tenzone”, una sfida a colpi di poesia diffusa in quegli anni in Italia. Nei giorni 8 e 9 novembre, poi, ci sarà il tradizionale convegno della Biennale “Piemonte e letteratura”, il 18°, che riprende il filone monografico con una scrittrice piemontese che si potrebbe definire “diamantina”: Gina Lagorio. La sera dell’8 ci sarà anche la cerimonia del 18° premio saggistica “Città di San Salvatore Monferrato – Carlo Palmisano”, che sarà assegnato a Lorenzo Mondo, critico letterario, scrittore e giornalista con radici monferrine, al quale si devono fondamentali studi su Pavese, Fenoglio e altri autori.  Cornice della serata sarà un concerto curato del direttore del Conservatorio di Alessandria, Angela Colombo, e la proiezione di una rara intervista girata a Cherasco dal gruppo di Antonio e Pupi Avati dal titolo Gina Lagorio, il piacere della scrittura. (r.b.)

Raimondo Bovone
Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x