Continua l’ambizioso progetto del reparto di senologia di Tortona

0
532

Carissimi, ancora una volta “ c’abbiamo preso!”
Scusate l’incipit un po’ sbarazzino ma dovevo scriverlo…e mi riferisco al Progetto “GIRO VITA E PREVENZIONE ONCOLOGICA”.
Con un anno d’anticipo abbiamo adottato questo nuovo approccio per consolidare l’impegno nella prevenzione e nella cura del tumore al seno. Ora la Rete oncologica piemontese ha previsto di iniziare a metà del 2013 uno studio sullo stile di vita dei pazienti affetti da tumore al seno e all’intestino con “sindrome matabolica” (ipertensione, diabete, obesità, ipercolesterolemia); l’obiettivo: motivare queste persone a modificare il loro stile di vita per eliminare i rischi specifici di ricadere nella malattia.
Da un anno l’Unità di Senologia di Tortona si è dotata di due centimetri da sarta per misurare il giro vita delle donne (I dati sono stati presentati al Congresso del 5 Ottobre 2012 e verranno mandati ai convegni di Milano e di Firenze della Scuola Italiana di Senologia). A questo punto diventa necessario inserire una nuova figura professionale nell’equipe di cura della Senologia: abbiamo pensato ad un nutrizionista per raccogliere i dati, guidare le persone nell’esaminare dieta e stile di vita, individuare cosa mantenere e cosa cambiare. Una bella sfida, con risultati immediati (riduzione del giro vita al di sotto di 88 cm, riduzione del peso, rientro dei valori di glicemia, colesterolo LDL, pressione arteriosa) che daranno i risultati migliori a lungo termine (riduzione del rischio di ammalarsi di tumore al seno e all’intestino, riduzione del rischio di ricaduta nella malattia).
Il nostro Progetto “GIRO VITA E PREVENZIONE ONCOLOGICA: un centimetro da sarta per vincere la battaglia della vita” si allinea allo stile di sempre: ascoltare la ricerca scientifica, tradurla in pratica clinica corrente, dialogare con la gente a cui il servizio di Senologia è offerto.
Sono ventotto anni che si affina questo stile di lavoro; da tredici anni poi c’è un compagno di viaggio privilegiato, indispensabile per dare concretezza alle iniziative e ai progetti. Parlo dell’Associazione Franca Cassola Pasquali onlus di Castelnuovo Scrivia: strumenti tecnologici per diagnosi e cura, figure professionali, servizi logistici, progetti di ricerca clinica, pubblicazione di contributi scientifici, divulgazione della cultura della prevenzione…cioè la Senologia come va fatta, con i numeri di attività e la qualità dei servizi forniti riconosciuti recentemente anche dalla direzione generale dell’ASL AL e dalla Regione Piemonte.
.Carissimi, per continuare “a stare un passo avanti” al tumore al seno si dovrà lavorare insieme, ancora. Le patate della Ditta Angeleri ci saranno, come è tradizione ormai, sul sagrato della parrocchia di Castelnuovo Scrivia insieme ai volontari dell’Associazione Franca Cassola Pasquali.
Inserire una nuova figura professionale, dare un nuovo servizio autofinanziato, allinearsi alle nuove acquisizioni scientifiche. Un centimetro da sarta per vincere la battaglia della vita: vi chiediamo una mano, come sempre, per realizzare questo Progetto.
Grazie alla ditta Angeleri che non si smentisce nell’appuntamento con la generosità, ai volontari dell’Associazione Franca Cassola Pasquali, a tutti coloro che ancora una volta con i fatidici 5 euro ci permetteranno di andare avanti.

Maria Grazia Pacquola

Print Friendly, PDF & Email