Acqui Terme: precisazioni in merito agli scavi in Corso Cavour

0
716

L’Ufficio Tecnico, a seguito della ripresa degli scavi in Corso Cavour da parte della ditta EGEA, ritiene doveroso precisare quanto segue.
Gli interventi in oggetto come già affermato dal Sindaco, non implicano la realizzazione di nuovi tratti della rete del teleriscaldamento.
La convenzione con la suddetta società prevede un cronoprogramma relativo alla posa delle tubazioni nel sottosuolo, atta ad alimentare i fabbricati, pubblici e privati, che saranno successivamente allacciati al teleriscaldamento.
Tale posa deve, per legge, essere preceduta da delle indagini preliminari archeologiche, la cui finalità è quella di appurare l’eventuale esistenza di reperti, cui seguirà, a seconda dell’importanza dei medesimi, la loro rimozione o la catalogazione con successiva ricopertura.

Dal momento ora che l’Amministrazione, nell’intento di non penalizzare la viabilità nel periodo scolastico, consente alla ditta le riduzioni di carreggiata esclusivamente da metà giugno a metà settembre, si è dovuto prendere atto che il lasso temporale per poter procedere alla posa delle tubazioni, causa le indagini succitate, risulta troppo esiguo.
Pertanto, allo scopo di poter subito riprendere, nell’estate del 2014, la realizzazione della nuova rete, si è concesso ad EGEA di procedere con l’indagine archeologica su Corso Cavour, considerata “importante” sotto tal punto di vista.
La durata del cantiere sarà chiaramente subordinata alla qualità ed alla quantità degli eventuali reperti, ma sarà sempre consentita la circolazione delle autovetture in ambo i sensi.

Si confida pertanto ancora una volta nella pazienza degli acquesi, ringraziandoli fin da ora per l’esempio di civiltà che sapranno sicuramente dare passando nella zona interessata dal cantiere.