Pallavolo Acqui: l’Arredo Frigo perde al tie break, l’Araldica Vini vince ma retrocede

0
741

ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME (AL) – LILLIPUT SETTIMO (TO) 2-3 (27/29, 25/20, 27/25, 16/25, 9/15)

ARREDO FRIGO MAKHYMO: A.Mirabelli 23, Rivetti 4, Cicogna 20, Martini 12, F.Mirabelli 19, Cattozzo 3, Ferrara (L), Sergiampietri 6, Pricop 1. N.e.: Sassi, Oddone. All.Marenco

LILLIPUT SETTIMO: Bazzarone 2, V.Re 24, Brussino 12, Mezzi 23, M.Re 5, Spadoni 15, Ghirotti (L), Ottino 5. N.e: Crespan, Marsengo, Pasca, Re A., Tessari. All. Medici

Ed è sconfitta al tie break anche nell’ultima di campionato per l’Arredo Frigo Makhymo che salutano il pubblico di Mombarone contro il Lilliput, con alle spalle un nono posto finale in classifica già matematicamente ipotecato da diverse giornate. La gara parte subito equilibrata con un triplo botta e risposta, poi F.Mirabelli e Martini port ano avanti la squadra termale, che riesce a resistere e tenersi avanti sino al 10/9, quando la squadra torinese conquista il pareggio e passa sopra. Cicogna e F.Mirabelli riportano la situazione in favore dell’Arredo Frigo Makhymo che, arriva a portarsi sino al 21/17. Poi, tre errori ed un muro andato a vuoto riportano la situazione in parità dopo la quale il Lilliput passa sopra addirittura di due. Poi, sul 22/24, un errore avversario ed un punto ciascuno di Francesca ed Annalisa Mirabelli riportano il punteggio in mano acquese. Parte così un agguerrito duello finale con il Lilliput che ripassa sopra sul 26/27, chiudendo poi 27/29. Secondo set che parte ancora in equilibrio, poi le torinesi avanzano sino al 4/7, ma un break positivo in battuta di capitan Martini ribalta la situazione, portando il punteggio sul 9/7. Ancora parità sul 9/9, poi il punteggio continua ad essere in altalena sino ai 18, quando A.Mirabelli e Cattozzo portano l’Arredo Frigo Makhymo sopra di due. Il Lilliput risponde inizialmente ma, dopo il 21/20, A.Mirabelli, Cicogna ed un ace di Cattozzo portano il risultato sul 24/20 che, dopo quando, un errore torinese dà il set alle padrone di casa. Terzo parziale che parte con il Lilliput avanti 1/4. Martini e compagne ritrovano la parità solo sul 6/6, riuscendo poi a passare avanti sul 9/8 con un mani out di A.Mirabelli e poi, un ace di Cattozzo e Cicogna portano il punteggio sul 11/8, ma le torinesi pareggiano e vanno avanti sul 14/16. Nuovamente avanti l’Arredo Frigo Makhymo sul 19/17 grazie a Sergiampietri e ad un errore del Lilliput, ma sul 21/21 il punteggio è ancora pari, rimanendo equilibrato sino al 25/25 quando le due Mirabelli chiudono il parziale. Nel quarto set le acquesi commettono diversi errori e faticano, riuscendo a stare al passo solo fino a metà, poi il Lilliput comincia ad allungare ed avanza facilmente sino alla chiusura 16/25. Non va megloo nell’ultimo set stagionale con il Lilliput ancora sopra 1/4. L’Arredo Frigo Makhymo cerca inizialmente di riavvicinarsi, ma le torinesi rimangono sopra e poi chiudono 9/15. “Questa partita ha rispecchiato pienamente l’andamento della stagione” commenta coach Marenco, in riferimento al settimo tie break del girone di ritorno, di cui uno solo vinto.

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI TERME (AL) – BITUX FOGLIZZESE 3/1 (19/25, 25/18, 25/18, 21/6, 25/13)

ARALDICA VINI: Narzisi, Garzero, Maló, Lombardi, Bobocea, Sacco, Raimondo (L), Zenullari, Passo, Moretti, Pastorino, Riccone, Faudella. All. Visconti 

Non è sufficiente la vittoria casalinga contro la Bitux Foglizzese per evitare la retrocessione. Dopo un brutto primo set, le ragazze della serie D acquese oggi guidate da coach Chiara Visconti e Luca Astorino, a seguito della squalifica di coach Volpara per le proteste della gara con il Bellinzago del 13 aprile ricevuta alla vigilia di questa gara, recuperano e vincono 3/1 nell’ultima gara stagionale, ma a causa delle vittorie dello ZsCh Valenza e del Tuttoporte Lasalliano rispettivamente contro Evo Volley Piramis e San Rocco Novara, retrocedono per un solo punto di distacco in classifica. Una bella vittoria, ma inutile. Brutta partenza per le termali che vanno subito sotto di cinque, dopodiché piano piano ritrovano un po’ di grinta e tentano di riavvicinarsi, tuttavia vengono rallentate da alcuni errori. Nonostante la buona rincorsa, le termali concedono un po’ troppo alle avversarie che chiudono con sei punti di vantaggio. Nel secondo set Lombardi porta subito le termali a a +2, poi le torinesi si portano sul 2/5, interrompendo poi il loro ciclo con un errore in battuta dopo quale un ace di Lombardi e un tocco di Bobocea riportano la situazione in parità. Poi, un altro errore foglizzese in battuta, un altro ace di Lombardi e Bobocea fanno ripartire le termali che, poi, con Garzero, Lombardi e Maló allungano sino al 16/10. Le torinesi rincorrono e accorciano sino al 21/18, ma poi sbagliano e Lombardi e Garzero chiudono i conti 25/18. Partenza a razzo nel terzo set con quattro punti di Lombardi, un ace di Maló e Bobocea. La Bitux Foglizzese si riavvicina sul 11/9, ma le termali con Lombardi e Bobocea si riportano a distanza. Altro riavvicinamento da 22/14 a 22/18, ma due errori ed un punto di Sacco portano anche anche il secondo set in mano alle termali. Quarto set che è senso unico con la Bitux Foglizzese che entra in campo solo nel finale. 

Print Friendly, PDF & Email