SERIE C: la sosta del ‘corona-virus’ comprime molto il calendario, marzo e aprile saranno mesi ‘intasati’.
Nuovi ‘casi positivi’ alla Pianese, Juve U23 in quarantena fino all’8 marzo

0
477

Oltre a tutto il resto che, poco o tanto, condiziona la vita dei cittadini, l’allarme ‘coronavirus’ intasa anche i calendari del calcio. In modo diverso a seconda delle categorie, perché gli interessi sono diversi e ogni Lega comanda a casa propria. Perfettamente all’italiana. Ma piaccia o no, questi siamo. Detto fra noi, la più accorta e più saggia pare la Lega di serie B, gestita sicuramente meglio delle altre. 
Ma torniamo alla nostra serie C, e nella fattispecie alle due squadre che giocano al ‘Moccagatta’: Alessandria e Juventus U23

Stando alle decisioni valide al momento, si dovrebbe tornare a giocare l’8 marzo, tranne la Juve B. Quindi, di fatto, si salterebbe un solo fine-settimana di partite. Ma poichè c’era in programma anche un turno infra-settimanale, andranno recuperate 2 giornate, ma solo nei gironi A e B, perché il C gioca regolarmente. E questo, per playoff e playout di fine stagione, potrebbe favorire le squadre del girone meridionale. 

Se facciamo due conti, ai grigi toccherebbero 11 partite in 49 giorni, media-gara 1 ogni 4,5 giorni, da Pistoiese-Alessandria dell’8 marzo a Pro Vercelli-Alessandria del 26 aprile, con 6 uscite al ‘Mocca’, compreso il derby con Juve B (fuori).

Discorso a parte per la Juventus U23: la società ha bloccato l’attività della squadra, con i giocatori in quarantena fino all’8 marzo. Così il comunicato ufficiale: “Le attività di allenamento della Under 23 bianconera sono temporaneamente sospese. La misura di prevenzione è stata decisa su indicazione, e in attesa di ulteriori comunicazioni ufficiali, da parte delle autorità sanitarie di Alessandria (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica – SISP), con cui il personale sanitario di Juventus è in costante contatto. Il motivo sono i nuovi casi di contagio al COVID-19, emersi in queste ultime ore fra i giocatori della U.S. Pianese, che i bianconeri hanno affrontato lo scorso 23 febbraio al “Moccagatta” di Alessandria. A sei giorni dalla partita i giocatori bianconeri permangono asintomatici e sono sotto controllo medico”. 

Il calendario dei bianconeri era già intasato di suo, essendoci le 2 finali di Coppa Italia con la Ternana, e sarebbero state 13 gare in 49 giorni, cioè 1 ogni 3.76 giorni. Ma poiché ‘salta’ Juventus U23-Lecco dell’8 marzo, le gare da giocare restano le stesse, ma in un lasso di tempo più ristretto. Un bel casino. Vedremo come andrà.

 

Print Friendly, PDF & Email