Oggi alle 17 i grigi a Monza per fare il pieno

0
879

Hanno la stessa età, Alessandria e Monza, 102 anni, e gli stessi punti in classifica, 23,  entrambe con una gara da recuperare. Tutte e due figurano nell’albo d’oro della Coppa Italia di Lega Pro: i grigi ne hanno vinta una, la prima, nel ’72-’73, il Monza addirittura 4 (record), di cui le prime due subito dopo l’Alessandria, nel ’73-’74 e nel ’74-’75.  L’obiettivo dell’Alessandria è ‘il pieno’ di punti a novembre, mese fin qui solo di vittorie (9 punti con Arezzo in casa, Torres e Pro Patria fuori) saltando il Bassano che salirà al Moccagatta il 17 dicembre. Quindi ovvio che anche al ‘Brianteo’ di Monza la squadra di D’Angelo tenti di conquistare la posta intera. Certamente gli  avversari non staranno a guardare, anche se sono nei guai societari e finanziari, ed è proprio di questo che il tecnico mandrogno non si fida: ““Non illudano le loro difficoltà – per le quali siamo assolutamente solidali con staff e giocatori – perché avremo di fronte un gruppo motivato che, tra l’altro, esprime numeri e valori di assoluto livello. Sarà dunque una sfida che verificherà i nostri progressi e il nostro lavoro; arriva al momento giusto contro una squadra che mi aspetto determinata e decisa a non sfigurare”. Mancheranno Mora, squalificato, Cavalli e Ferrani, infortunati, che non sono nemmeno partiti per Monza. Tutti gli altri sono a disposizione, compreso Guazzo che si è ristabilito completamente. Lo schema sarà il solito 3-5-2, che probablimente ricalcherà quello di Busto  Arsizio con Nicolao al posto di Mora, anche se D’Angelo dice di non aver ancora deciso la formazione. Che sia pretattica? Forse. Ma quest’anno il 43enne allenatore pescarese ci ha abituati a continue sorprese di schieramento, riuscendo a tenere tutti sulla corda. Per le certezze aspettiamo le ore 17.

Print Friendly, PDF & Email