Fallimento della Novese: il futuro è incerto

0
885
Ponsat (Novese) - Marioli (Inveruno)

Il titolo di campioni italiani conquistato nel mese di maggio del 1922. Lo scudetto numero 21 da quando in Italia si disputa un torneo di calcio regolamentato da una lega “ufficiale”. Ma anche una storia quasi centenaria – la “prima” fondazione risale al 1919 – che stona con un presente incerto. Fatto sta che per la Novese il futuro sembra ancora più incerto, visto che dopo la retrocessione (certificata da risultati tennistici a sfavore con ragazzi delle giovanili in campo) bisognerà eventualmente ripartire dall’Eccellenza. Il sindaco Rocchino Muliere ha costituito una commissione di saggi (Maurizio Milanese, Fabrizio Scarsi, Michele Scotto, Piero Bianchi e Mario Lovelli), mentre l’ex proprietà composta da Emanuela Giacomello, Renato Traverso e Marco Taverna si dice sicura di aver “ceduto, a costo zero, una società dai conti in ordine”.