Castellazzo Basket, stagione super

0
1673

“C abbiamo creduto” recita la scritta sulla maglietta celebrativa che si vede nella foto. E ci hanno creduto davvero, alla promozione in C2. E soprattutto ci hanno provato fino alla fine, cedendo solo in gara 3 di finale, 59-47, al Torino Basket. La squadra, costruita a pezzi tra luglio e novembre e bersagliata da gravi infortuni, era partita con l’obiettivo salvezza in serie D. Poi, giornata dopo giornata, vittoria dopo vittoria, in prospettiva si guardava ai playoff con la speranza di passare un turno provando a dare fastidio agli avversari. Questi erano i propositi. Poi è arrivato il terzo posto finale nella stagione regolare, piazzamento fantastico visto che ai playoff andavano le prime sette!  La storia delle sfide ‘post season’ è pazzesca: quattro sfide ‘due-su-tre’ finite tutte alla bella, battendo nell’ordine la sesta, la terza e la prima dell’altro girone e perdendo in finale con la seconda, il Torino Basket, squadra rivelatasi fortissima, senza punti deboli e, già così, pronta per la salvezza nella categoria superiore. I nostri del Camerano Castellazzo sono stati bravissimi, protagonisti di una stagione bellissima, al di là di ogni più rosea previsione e che lascia ancora qualche speranza di ripescaggio.
E’ finita alla sagra del paese, quella ‘del salamino ubriaco’, tutti insieme a festeggiare un’annata fantastica che ha portato successi e nuove amicizie. Ecco i nomi dei protagonisti, così come li vedete qui sopra: Edo Gatti (allenatore), Giamma (dirigente), Diego Berta, Filippo Benucci, Enrico Re, Giacomo Cornaglia, Davide Bovone, Giorgio Buzzi, Luca Grattarola, Jud (vice pres.); seduti Luca Re (dirigente), Michele Meardi, Dario Gay, Lorenzo Cornaglia e Giovanni Mazzoglio. 

BRAVI A TUTTI!!!  (r.b.) 

Print Friendly, PDF & Email