5.7 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Rapporto Censis Ucsi

“L’evoluzione digitale della specie” nell’utilizzo dei canali della multimedialità

Internet usato per cercare informazioni. La TV resta la più vista

L’undicesimo rapporto Censis/Ucsi, chiamato “L’evoluzione digitale della specie”, ha messo in risalto alcuni dati interessanti riguardo all’utilizzo dei media tradizionali (televisione e giornali su tutti), di Internet e delle nuove tecnologie da parte degli italiani, riferiti al 2013.
Il 63,5% della popolazione utilizza la rete (+1,4% rispetto al 2012), tra cui il 69,8% va su Facebook (+4,3%), il 61% su YouTube (+6,5%) e il 15,2% su Twitter. Internet serve per cercare informazioni su aziende, prodotti e servizi (43,2%) o strade e località (42,7%), ascoltare musica (34,5%) e, dati in forte ascesa, fare home banking (30,8%) e acquisti (24,4%), oltre che per cercare lavoro (15,3%, oltre il 46,4% tra i disoccupati).
Il 97,4 % guarda la televisione (in aumento sul 2012), con una maggiore predilezione per le tv satellitari (+8,7%), le web tv (+3,1%, al 49,4% presso gli under 30) e le mobile tv (+4,3%, 8,3% per gli under 30). La radio regge all’82,9% grazie anche alla sostenuta crescita dell’ascolto via cellulare (+5,4%). A proposito di questi ultimi, aumenta del 4,5% il loro uso, sospinto dalla maggiore diffusione degli smartphone (+12,2%), posseduti ormai dal 39,9% degli italiani (tra gli under la percentuale sale al 66,1%). In calo il consumo della pubblicistica cartacea (quotidiani, free press, settimanali e mensili), lieve rialzo per i libri (+2,4%, il 52,1% della popolazione legge almeno un volume l’anno).

Stefano Summa

Articolo precedenteAcquisti on-line con cautela
Articolo successivoPrevenzione al colon retto
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x