8.5 C
Alessandria
giovedì, Gennaio 27, 2022

Indipendentismo diverso: baschi e leghisti a confronto non solo geografico

Euskal-Herria-Antifaxista-Tanks Lega_Nord_PadaniaIn Italia quando si parla di indipendentismo la testa va subito al partito fondato da Umberto Bossi, la Lega Nord.
Quando invece se ne parla al di fuori degli italici confini i primi a venire in mente sono i baschi, una vera e propria etnia indipendente che si ritrova rinchiusa e divisa in due Stati, la Francia e la Spagna.
Oltre a questi due esempi ce ne sono moltissimi altri che se ne potrebbero fare (catalani, fiamminghi, scozzesi, tirolesi, e così via) ma il confronto tra Lega Nord e indipendentismo basco ci aiuta a capire meglio le differenze che vi sono tra una forma di indipendentismo e un’altra.
La Lega Nord, dalla sua nascita fino ad oggi, ha sempre basato la sua ideologia sull’identità del popolo nordico, facendo leva su problemi sociali come la crisi economica e non propriamente storici.
La prima Lega si presentò con idee indipendentiste basate su ideologie xenofobe, contro i “terùn” prima e gli immigrati poi, e anche oggi che con la segreteria Salvini sembra avere accantonato l’idea di secessione non rinuncia alla politica fondata sull’esclusione.
L’indipendentismo basco invece è tutt’altra cosa. Innanzitutto i baschi hanno una lingua che li differenzia da tutte le altre etnie europee, una lingua fatta di x, k, z che risulta incomprensibile ai più e che ne fa il vero e proprio simbolo di riferimento per tutti gli euskalduna (i parlanti della lingua basca).
Da sempre, e anche con metodi non troppo ortodossi, come nel caso del braccio armato ETA, finito nella lista nera riservata alle formazioni terroristiche fino al 2011, anno dell’abbandono delle armi, il popolo basco lotta per ottenere l’indipendenza ed essere riconosciuto come Stato autonomo…
La loro è una richiesta di indipendenza fondata su ragioni storico-linguistiche, condivisibili o meno ci mancherebbe, ma comunque che non si basano sull’esclusione dell’altro.
Da sempre i secessionisti in camicia verde vedono nel popolo basco un punto di riferimento per la lotta contro il potere centrale dello Stato, ma le differenze sostanziali sono tante.

 

Davide Ravan

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x