11 C
Alessandria
sabato, Ottobre 16, 2021

Il lessico di Solero

Eccoci puntuali all’appuntamento dialettale! Questa volta ci spostiamo di qualche km per andare a Solero, ma anche questo dialetto fa parte di quella cultura che non vogliamo perdere. La fonte è sempre il concorso ‘Fozzi-Locardi’ (organizzato da ‘Alessandria in Pista’), nel quale questo testo si è classificato ottavo.                  (r.b.)

 

I nòster studi di Giuseppe Gallinotti

Amnivu a Lisandria ch’aurivu stidiè
‘na bici da dòna, scarpon ant i pé
in giurnal an s’u stòmi, pel ‘d cunì parè al man,
che zërde chal fava an cui ani luntan!
As truvavu ans la piasa ch’l’era ancur bren
a spiciavu cuc camion, mei ancur s’l’era pen
tre o quater pedalà, as tacavu dadrera,
anlur l’era acsei, u j’era gnanc ‘na curiera.
A l’àt fac al prublema? A la sat la lision?
Stamateina s’um ciama l’è ‘na bela quistion!
Disign, tucc cui nimer, po la geografeja,
i sercc, i cantón e la computistereja!
Ma cul ch’u m’à facc pi tant tribilè
l’è stacc al franseis: vulè-vù? Vu-vulè?
Ma cui ch’um salvava a l’era l’alarme
mincantant u sunava e um zmiava gnanc veira!
An po al favu apòsta an po ad tafa neira
ammà ch’al sentivu a partivu ad carriera
a curivu da mat e amnivu pi andrera!
Chi sa ‘cme ch’i feisu cui gram prufesur.
Chi sa se j’àn dacc ‘na midaja d’unur!
I m’àn mustrà pòc, ma ‘cme ch’j’avu da fè?
J’à pensà po la vita fèm capì ‘cme ch’a l’è!
I nostri studi

Venivamo ad Alessandria perché volevamo studiare / Una bicicletta da donna, scarponi nei piedi / Un giornale sul petto, pelli di coniglio a riparare le mani / Che freddo faceva in quegli anni lontani! / Ci trovavamo sulla piazza che era ancora scuro / Aspettavamo qualche camion, meglio ancora se era pieno / Tre o quattro pedalate ci attaccavamo dietro / Allora era così, non c’era neanche una corriera / Lo hai fatto il problema? La sai la lezione? / Stamane se ci chiama è una bella questione / Disegno, tutti quei numerLpoi la geografia / I cerchi, gli angoli e la computisteria! / Ma quello che si ha fatto tribolare di più /
È stato il francese: volè-vù vù-vulè? / Quello che ci salvava era l’allarme aereo / Ognitanto suonava e non ci sembrava vero / Un po’ l’ho facevamo apposta un po’ di vera paura / Appena l’ho sentivamo partivamo di gran carriera / Correvamo da matti e non tornavamo più! / Chi sa come hanno fatto quei poveri professori / Chi sa se gli hanno dato una medaglia al merito / Ci hanno insegnato poco ma come potevano fare? Ci ha pensato poi la vita a farci capire come stanno le cose.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x