Pallavolo Acqui: weekend sfortunato per Arredo Frigo e Araldica Vini

0
1062

ARREDO FRIGO MAKHYMO ACQUI TERME (AL) – DON COLLEONI TRESCORE BALNEARIO (BG) 2-3 (25/22, 19/25, 12/25, 25/23, 12/15)

ARREDO FRIGO MAKHYMO:  A.Mirabelli 16, Sergiampietri 8, Cicogna 6, Martini 24, F.Mirabelli 15, Cattozzo 2, Ferrara (L), Oddone. N.e.: Lombardi, Rivetti, Sassi, Pricop. All. Marenco

DON COLLEONI: Colombi 10, Varaldo 11, Gabbiadini 18, Gallizioli 10, Milani 6, Pinto 30, Rota (L), Baldassarre, Capelli. N.e: Ravasio, Breda, Fontana, Barcella, Fogaroli. All. Ebana.

Nonostante la vittoria svanita all’ultimo al tie break, nulla da recriminare alle ragazze dell’Arredo Frigo Makhymo, none in classifica, che si portano a casa un punto in casa contro le bergamasche quarte in classifica del Don Colleoni, disputando una prestazione convincente, combattendo per quasi tutta la gara, sino alla fine. Nemmeno in questa partita Pricop è riuscita a recuperare dalla distorsione alla caviglia, pur figurando in panchina. La gara parte combattuta con le termali che, dopo una breve inseguimento, trovano il pareggio e con un ace di Martini sul 5/4 vanno avanti. Sul 7/7 il risultato è nuovamente in parità, poi Sergiampietri, schierata per la prima volta in stagione da inizio gara, riporta le termali avanti. Risposta delle Bergamasche che ripassano in vantaggio sul 8/9. La gara prosegue con le termali che, con un doppio punto di capitan Martini ritrovano il pareggio e passano in vantaggio sul 12/11. Nuovamente pareggio bergamasco ai 14, ma capitan Martini riporta ancora una volta la squadra termale in vantaggio. Sul 16/15 le bergamasche si riportano in vantaggio con un ace di Milani. La gara comunque risulta molto equilibrata. Sul 17/19 per le bergamasche coach Marenco chiama il time out e, la situazione si ribalta immediatamente andando sul 21/19 in favore dell’Arredo Frigo Makhymo che poi, chiude 25/22 con il punto finale siglato da capitan Martini in gran forma. Secondo set subito doppio punto per le bergamasche, poi rimonta immediata dell’Arredo Frigo Makhymo che va sul 4/2. Allungo poi da 5/4 a 9/4 con la solita Martini in battuta,  poi però Don Colleoni con Gallizioli al servizio da 10/5 passano sino al 10/11 quando coach Marenco richiama le ragazze. Alla ripresa del gioco un colpo di Sergiampietri riporta il risultato in parità. Parte una fase di punto a punto che si interrompe col 14/16 delle lombarde che, poi si portano a +4. Le ragazze di Marenco non mollano, inseguendo con grinta e determinazione anche se il parziale si conclude in favore delle avversarie 19/25. Nel quarto parziale subito doppio punto del Don Colleoni che, nonostante il momentaneo pareggio acquese, vanno sul 2/5 e poi da 3/5 a 3/10. Calo dell’Arredo Frigo Makhymo che, rispetto ai primi due set, sbaglia e concede di più alle avversarie che, aumentano sempre di più il loro vantaggio. Quarto set subito triplo punto bergamasco e pareggio acquese che, con un ace di Cattozzo passa in avanti sul 5/4. Ancora botta e risposta e poi vantaggio del Don Colleoni che si porta sul 6/8. Le ragazze di Marenco inseguono cercando di mantenersi a distanza ravvicinata e lottando con tutte le loro forze, passando da 16/20 a 19/20 con due ace consecutivi di A.Mirabelli. La gara poi passa da 19/21 a 22/21 in favore dell’Arredo Frigo Makhymo. Ancora parità a 22. Doppio punto di Martini che porta il risultato a 24 e, dopo l’accorcio bergamasco, sempre la capitana acquese guida verso il tie break. L’ultimo set parte con punto a punto guidato dalle termali sino a quando, con un muro Sergiampietri con un muro porta le termali a +2. Doppio vantaggio che dura sino al 10/8 quando il Don Colleoni trova il pareggio, che, dopo un doppio botta e risposta, riesce a chiudere. L’Arredo Frigo rimane in partita sino all’ultimo, rimanendo in vantaggio per quasi tutto l’ultimo set e poi si vede svanire la vittoria per un soffio come sottolineato a termine gara da coach Marenco “Sono contento per il punto contro una squadra più alta di noi, ma sono un pochino amareggiato perché forse un pochettino di fortuna ce la meritavamo, quando dopo il 12 pari del quinto set la palla è uscita di poco” ciò nonostante il tecnico acquese non può che essere soddisfatto della prestazione generale, elogiando la prestazione di Sergiampietri, per la prima volta schierata titolare da inzio gara “Sono molto contento in particolare della prestazione di Sergiamepietri che è una 2001 che oggi ho scelto di schierare dall’inizo, poi hanno giocato molto bene anche le altre. Abbiamo giocato decisamente meglio rispetto alle ultime partite. Sicuramente, sino ad ora, la miglior partita del girone di ritorno”.

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI ACQUI TERME (AL) – BIONEMESI OLEGGIO (NO) 1-3 (25/27, 25/17, 18/25, 24/26) 1-3

ARALDICA VINI ROMBI ESCAVAZIONI: Zenullari, Pastorino, Garzero, Moretti, Passo, Lombardi, Malò, Bobocea, Narzisi, Raimondo, Sacco. N.e.: Faudella. All. Volpara

Ad interrompere il ciclo di vittorie dell’Araldica Vini Rombi Escavazioni è la Bionemesi Oleggio che, nonostante il penultimo posto si rivela una bestia nera per la squadra acquese. Dopo la vittoria netta all’andata, riescono a chiudere in quattro set anche ad Acqui, dopo un tie break sfiorato nella seconda metà del quarto set dalle termali che fanno una rimonta straordinaria ma non sufficiente.

Partenza forte per le ragazze di Volpara che si portano subito avanti sino al 6-1. Le avversarie si riprendono e ai nove il punteggio torna ed essere in parità. Le termali si riportano subito avanti, aumentando man mano il loro vantaggio. Sul 23/16, le novaresi cogliendo un turno positivo in battuta riescono ad arrivare sino al pareggio, sbagliando poi la battuta dell’ipotetico vantaggio. Doppio botta e risposta con le termali in vantaggio, e poi, sul 25 pari doppio punto delle ospiti. Secondo parziale con subito tre punti avanti per l’Araldica Rombi, dopodiché accorcio delle novaresi ed ai 4 il risultato va in pari. Botta e risposta sino ai dieci, con le termali che, dopo essersi fatte recuperare due volte un doppio vantaggio, riescono ad allungare sino al 14, e poi ancora sino a 19/11. Nonostante i tentativi di avvicinamento sul finale delle avversarie, stavolta le termali chiudono con sette punti di scarto. Nel terzo parziale è Bionemesi Oleggio a portarsi subito avanti 1/5. Dopo l’accorcio delle termale sino al 4/6, nuovo allungo della squadra novaresi. Ai 12, le termali pareggiano, mantenendo il gioco in equilibrio per qualche istante, dopodiché le avversari allungano chiudendo 18/25. Anche nel quarto parziale la situazione parte a vantaggio delle novaresi, con le ragazze di Volpara che faticano notevolmente sino a metà set circa, dopodiché a partire dal 13/20 iniziano una fase di rimonta che le porta a pareggiare ai 24. Il sogno tie break sfuma con i due punti delle avversarie che chiudono i giochi.

Print Friendly, PDF & Email