Almanacco di sabato 9 gennaio,
9° giorno del 2021, prima settimana

0
1810
L'americano Dan Peterson, 85 anni oggi, è stato allenatore di basket, commentatore TV e giornalista

FRASE DEL GIORNO – Se il presente cerca di giudicare il passato, perderà il futuro.(Winston Churchill)

SANTI DEL GIORNO – San Marcellino di Ancona (Vescovo), San Vitale (Martire durante le persecuzioni di Decio), Sant’Eustrazio (Abate), Sant’Onorato di Buzançais.

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1900 fondata la Lazio. Il bersagliere Luigi Bigiarelli, con 8 amici, fondò la ‘Società Podistica Lazio’ in Piazza della Libertà (Roma), dove un secolo dopo fu apposta una lapide. Nel ’25 divenne ‘Società Sportiva Lazio’. Nel terzo millennio è una delle 3 squadre italiane (con Roma e Juve) ad essere quotata in borsa. In 120 anni di storia i biancocelesti romani hanno vinto 2 scudetti, 7 Coppe Italia, 5 Supercoppe italiane, 1 Coppa delle Coppe, 1 Supercoppa Uefa, 1 Coppa delle Alpi e 1 Campionato di serie B.
Nel 2007 Steve Jobs presentò l’iPhone. “Con questo prodotto rivoluzionario abbiamo fatto un salto in avanti di almeno 5 anni rispetto alla concorrenza: abbiamo reinventato il telefono”. Cominciò dunque dal ‘genio’ della Apple la grande rivoluzione nel modo di utilizzare il cellulare. Il progetto, avviato 3 anni prima dallo stesso Jobs, portò ad un un ‘dispositivo multifunzione’ con possibilità diverse: ‘navigazione in internet’, ‘foto ad alta risoluzione’, ‘chat in diretta’, ‘download di musica e film’, ‘invio di email’, ‘utilizzo di Google Maps’. Altrettanto innovativo il funzionamento, legato a uno ‘schermo touchscreen’ molto sensibile e a un’interfaccia semplice e intuitiva. Un gesto destinato a fare scuola fu il ‘pinch to zoom’, tecnica che permette di ingrandire e rimpicciolire un’immagine semplicemente allargando o avvicinando due dita. Nella serata del lancio Steve Jobs si presentò sul palco sulle note di “I feel good” di James Brown con il solito abbigliamento casual (dolcevita nera e jeans), esordendo così: “Siamo qui per scrivere un pezzo di storia”.

NATI FAMOSIKarel Capek (1890-1938), Repubblica Ceca, scrittore. Nato a Malé Svatoňovice nell’allora Boemia (Impero austro-ungarico), nel teatro raggiunse la fama con la sua maggiore opera, “R.U.R.” (‘Rossumovi univerzální roboti’, ossia “i robot universali di Rossum”), dramma in 3 atti che denuncia i pericoli di scientismorazionalismo in una società fondata sempre sul lavoro di ‘robot’ con sembianze umane, ma privi di anima.
Domenico ‘Mimmo’ Modugno (1928-1994), Italia, cantante. Considerato il padre dei cantautori italiani con circa 230 canzoni incise, raggiunse una popolarità immensa, legata anche al cinema (38 film), al teatro e alla TV, dove interpretò film e sceneggiati. Pugliese di Polignano a Mare (BA), divenne popolare nel ’58 vincendo il Festival di Sanremo con “Nel blu dipinto di blu”, inno dell’italianità nel mondo, conosciuta anche come “Volare”, che secondo i dati SIAE è la canzone italiana più eseguita sul pianeta dal ’58 ad oggi. Modugno trionfò all’Ariston altre 3 volte grazie a “Piove”, “Dio, come ti amo” e “Addio… addio…”, entrati con altri suoi successi nel repertorio classico della canzone italiana.  Vendette oltre 70 milioni di dischi e nell’ultimo decennio della sua vita si dedicò alla politica, diventando deputato (’87-’90) e senatore (’90-’92) del Partito Radicale. Si impegnò per i diritti dei disabili e le norme a tutela degli artisti. Nell’84 fu colpito da ictus che gli paralizzò un lato del corpo, compromettendone l’attività. Il 6 agosto ’94 morì per un infarto nella sua casa di Lampedusa e fu sepolto al Cimitero Flaminio di Roma
Dan Peterson (1936), Usa, ex-allenatore di basket e commentatore TV. Nato a Evanston (Illinois) come Daniel Lowell Peterson, si laureò insegnante di basket e iniziò ad allenare a 26 anni in America (’62-’71), poi guidò la nazionale cilena (’71-’73) e sbarcò in Italia dove sedette sulle panchine di Bologna e Milano vincendo 5 scudetti, 3 Coppe Italia, 1 Coppa dei Campioni e 1 Coppa Korac. Da fine anni ’80 è commentatore TV di basket NBA, wrestling e slamball (con la sua caratteristica inflessione americana), oltre a collaborare con Gazzetta dello Sport e Sportitalia. Fu anche importante testimonial pubblicitario di thè e auto.
Secondo un sondaggio del 2009 è considerato lo straniero con la voce più sexy in Italia.
Dal 2012 è membro dell’Italia Basket Hall of Fame.
Gennaro Ivan Gattuso (1978), Italia, ex-calciatore e allenatore. Nato a Corigliano Calabro (CS), detto ‘Rino’ e soprannominato ‘Ringhio’ per la grinta espressa in campo, è l’allenatore del Napoli (subentrato ad Ancelotti nel dicembre ’19) con cui vinse la Coppa Italia. Giocò con Perugia, Glasgow Rangers, Salernitana, Milan e Sion (586 partite, 17 gol) vincendo 10 trofei con il Milan: 2 scudetti, 1 Coppa Italia, 2 Supercoppe italiane, 2 Champions League, 2 Supercoppe Uefa, 1 Coppa del Mondo per Club. Con la Nazionale italiana (73-1) fu Campione del Mondo 2006 e vinse l’Europeo U21 nel 2000. 

Print Friendly, PDF & Email