Almanacco di venerdì 8 gennaio,
8° giorno del 2021, prima settimana

0
1504
Elvis 'The Pelvis' Presley, il mito, il 're del rock & roll', la leggenda musicale del XX secolo, nacque 86 anni fa

FRASE DEL GIORNODa piccolo ero un sognatore. Leggevo i fumetti e diventavo l’eroe della storia. Guardavo un film e diventavo l’eroe del film. Ogni sogno che ho fatto si è avverato un centinaio di volte. (Elvis Presley)

SANTI DEL GIORNO – San Severino (Abate), Sant’Erardo di Ratisbona (Vescovo),
San Massimo di Pavia (Vescovo), San Nathalan (Vescovo dell’Aberdeen-Shire),
San Paziente di Metz (Vescovo), Sant’Apollinare di Gerapoli (Vescovo), Santa Gudula (Vergine), Santi Teofilo ed Elladio (Martiri).

EVENTI DEL GIORNONel 1324 morì a Venezia l’esploratore Marco Polo.
Nel 1642 morì ad Arcetri (FI) l’astronomo e fisico Galileo Galilei.
Nel 1900 il presidente Usa McKinsley pose l’Alaska sotto controllo militare.
Nel 1959 Fidel Castro entrò a L’Avana dopo la fuga del generale Bautista.
Nel 1980 i poliziotti Antonio Cestari, Rocco Santoro e Michele Tatulli furono assassinati in un agguato dai terroristi comunisti delle Brigate Rosse.
Nel 1991 venne fondata come ‘partito’ la Lega Nord.
Nel 1993 la mafia uccise a Barcellona Pozzo di Gotto il cronista Beppe Alfano.
Nel 2009 fu scoperta sulle Dolomiti una nuova specie del fiore ‘Genziana Blu’.

NATI FAMOSIElvis Presley (1935-1977), Usa, cantante, attore, musicista, ballerino.  Nato a Tupelo (Mississippi), Elvis Aaron Presley sopravvisse al gemello Jessie Garon che morì appena nato. L’infanzia fu povera e disagiata, ma i genitori lo colmarono di affetto, regalandogli una chitarra nel ’46, con la quale imparò a suonare, da solo, ciò che sentiva alla radio. Fu una vera e propria icona della cultura pop del XX secolo, stimato da attori, cantanti e personalità dello ‘star system’. Nei suoi 24 anni di carriera ‘The Pelvis’ (per i movimenti  oscillatori e rotatori del bacino) pubblicò 61 album e vendette oltre 1 miliardo di dischi in tutto il mondo, spaziando dal ‘rythm & blues’ al ‘country-western’, dal ‘gospel’ allo ‘spiritual’, dal ‘melodico’ al ‘pop’, esibendosi sempre e solo negli USA e in Canada. I suoi successi restano immortali e vengono rivisitati dagli artisti di ogni tempo. Anche al cinema fu una ‘star’: 31 i film girati da protagonista, dal ’56 al ’69. Il successo purtroppo non lo preservò da forti delusioni personali e periodi bui. Dopo il divorzio dalla moglie Priscilla  visse un lungo periodo di depressione, durante il quale abusò di psicofarmaci e mangiò in modo disordinato, ingrassando vistosamente e sottoponendosi a diete dimagranti a base di medicinali. Stroncato da arresto cardiaco il 16 agosto ’77 a Memphis (Tennessee), Elvis fu trovato morto dalla compagna Ginger Alden nella stanza da bagno di Graceland, sua lussuosa residenza. Sulle cause il biografo Peter Guralnick associò il decesso a 14 medicinali trovati con l’autopsia, prescritte dal medico e legalmente somministrate ad Elvis, che non usava stupefacenti. Dopo la morte la maestosa tenuta di Graceland, acquistata nel ’57, divenne un museo, aperto al pubblico dall’82: una sorta di santuario del rock, meta del pellegrinaggio continuo di fans e imitatori. Graceland è ancora oggi la 2^ dimora più visitata degli Usa, dopo la Casa Bianca, con una media di 10.000 presenze a settimana.
David Bowie (1947-2016), Inghilterra, cantautore e attore. Nato David Robert Jones a Londra, è considerato uno degli artisti più influenti del XX secolo. La passione per la musica lo portò ad imparare a suonare il sax da ragazzino, poi partecipò alla formazione di varie band e raggiunse il successo da solista nei primi ’70, conquistando grande fama in mezzo secolo di ‘rock’, soprattutto ‘glam’. Collaborò con Tony Visconti e Brian Eno, e si dedicò anche a pittura e cinema, recitando coi registi Scorsese, Lynch e Nolan. Vendette più di 150 milioni di dischi e nel ’19 un sondaggio BBC lo nominò il “più grande entertainer del XX secolo”. Soprannominato ‘Duca bianco’, dichiaratamente bisessuale, ebbe 2 figli: Duncan Zowie Haywood Jones (’71) da Mary Angela Barnett (moglie ’70-’80), e Alexandra Zahra ‘Lexie’ (’00) dalla modella somala Iman Mohamed Abdulmajid (moglie ’92-’16).

Print Friendly, PDF & Email