Almanacco di mercoledì 6 gennaio,
6° giorno del 2021, prima settimana

0
1794
Adriano Celentano, detto "Il molleggiato", compie oggi 82 anni

FRASE DEL GIORNOIo non porto avanti niente. Io mi batto per Cristo e contro l’inquinamento e il cemento. (Adriano Celentano)

SANTI DEL GIORNO – Epifania del Signore: ricorda l’arrivo dei Re Magi alla grotta di Gesù, recando in dono Oro, Incenso e MirraFesta dedicata anche alla Befana, figura allegorica che porta doni ai bambini, il cui nome è una ‘corruzione lessicale’ di Epifanìa.
San Nilammone (Anacoreta), Santi Giuliano e Basilissa (Martiri in Tebaide).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1911 la Nazionale italiana vestì l’azzurro per la prima volta: negli 8 mesi precedenti aveva giocato in bianco.
Nel 1912 Alfred Wegener espose la ‘deriva dei continenti’. Il geologo tedesco  ebbe una delle più geniali intuizioni scientifiche del XX secolo: centinaia di milioni di anni fa sulla Terra c’era un unico continente, poi smembratosi in più parti andate alla deriva.
La teoria aprì la strada alla geologia moderna. Le terre emerse erano unite in un unico supercontinente (‘Pangéa’), contrapposto a un unico superoceano (‘Panthalàssa’).
La prima spaccatura avvenne 200 milioni di anni fa e nacquero ‘Laurasia’ (Europa, Asia, Nordamerica) e ‘Gondwana’ (Sudamerica, Africa e Oceania). Le successive spaccature portarono ai 6 continenti di oggi (Africa, America, Antartide, Asia, Europa, Oceania).

NATI FAMOSI – Giovanna d’Arco (1412-1431), Francia), eroina. Nata a Domrémy, durante la Guerra dei cent’anni guidò le truppe francesi contro gli inglesi, dai quali venne catturata e consegnata al tribunale dell’Inquisizione. Processata per eresia, fu condannata al rogo e arsa viva a Rouen il 30 maggio 1431. Nel 1456 Papa Callisto III dichiarò nullo il processo, ma solo nel 1909 Pio X accordò la sua beatificazione; nel 1920 Benedetto XV la canonizzò e Giovanna d’Arco divenne santa patrona di Francia.
Adriano Celentano (1938), Italia, cantante, attore, show man. Soprannominato “Il molleggiato” per via del suo peculiare modo di ballare, è una delle voci più belle in assoluto della musica italiana: con 40 album ha venduto circa 200 milioni di dischi nel mondo.
Nato a Milano da famiglia di origine foggiana, iniziò la carriera nel ’57 col ‘rock’n roll’, ispirato da Elvis Presley. Nel ’61 fondò il “Clan”, etichetta discografica basata su un gruppo di amici, di cui lui era il capo, ancora attiva e amministrata dalla moglie Claudia Mori. I suoi brani più noti sono “24mila baci” (’61, 2° posto a Sanremo, con Little Tony), “Stai lontana da me” (’62, vinse il Cantagiro), “Grazie prego scusi tornerò” (’65), “Il ragazzo della via Gluck” (’66), “Azzurro” (’68), “Siamo la coppia più bella del mondo” (’68), “Una carezza in un pugno” (’68), “Chi non lavora non fa l’amore” (’70, vinse Sanremo con Claudia Mori), “Prisencolinensinainciusol” (’72), “Svalutation” (’76), “Ti avrò” (’78), “Soli” (’79), “Susanna” (’84), mentre gli album più venduti risultano nell’ordine “Mina Celentano” (’98), “Io non so parlar d’amore” (’99), “Esco di rado a parlo ancora meno” (’00). Nel ’16 tornò a collaborare con Mina, incidendo con lei l’album “Le migliori” (di entrambi), che ebbe ovviamente grande successo. Attivissimo anche al cinema, recitò in 40 film: “Super rapina a Milano” (’64, anche regìa), “Yuppi Du” (’75, anche regìa), “Geppo il folle” (’78, anche regìa), “Mani di velluto” (’79), “Il bisbetico domato” (’80), “Asso” (’81), “Innamorato pazzo” (’81), “Bingo Bongo” (’82), “Il burbero” (’86). Ospite di una infinità di trasmissioni TV, da “Il Musichiere” (’59) a “Verissimo” (’19). Nella vita privata ebbe una relazione con Milena Cantù che interruppe quando sposò in segreto (’64) Claudia Mori, da cui nacquero 3 figli: Rosita (’65), Giacomo (’66) e Rosalinda (’68). Il suo patrimonio è stimato sui 50 milioni di euro.
Nek (1972), Italia, cantante. Emiliano di Sassuolo (MO), Filippo Neviani, in arte ‘Nek’, è un pezzo del pop made in Italy, dall’alto dei suoi 10 milioni di dischi venduti nel mondo.  Cominciò nell’86 col duo country “Winchester” (con Gianluca Vaccari), poi cantò nei “White Lady”, cover band dei Police, e proseguì nel ’91 come solista, lanciato da Castrocaro e dalle nuove proposte a Sanremo ’93. Nel ’97 tornò all’Ariston tra i big e finì 7° con “Laura non c’è”. Premiato nel ’07 ai ‘Wind Music Awards’ per le vendite di “Nella stanza 26”, nel ’13 anticipò l’album “Filippo Neviani” col singolo “Congiunzione astrale”. Tornò a Sanremo nel ’15 e arrivò 2° con “Fatti avanti amore”, poi pubblicò il 12° album, “Prima di parlare”, includendo il brano sanremese e la cover di “Se telefonando” (scritta da Costanzo e portata al successo da Mina nel ’66), premiata all’Ariston come “Miglior esibizione cover”.

 

Print Friendly, PDF & Email