“(s)legàmi”, raccolta di testimonianze a diretto contatto con l’autismo pubblicata dalla novese Epoké

0
1393

L’autismo può essere raccontato in diversi modi, affidandosi al linguaggio asciutto ed esplicativo tipico dei testi scientifici oppure facendosi trascinare dall’umanità dei ricordi di chi conosce da vicino questo complesso disturbo dello sviluppo. Quest’ultima strada è stata percorsa da “(s)legàmi. Cinque storie di legami con l’autismo”, raccolta di testimonianze di operatori del settore, pubblicata dalla casa editrice di Novi Ligure Edizioni Epoké, curata da Valentina Usala. La scrittrice, originaria di Tortona, ha realizzato tale opera letteraria sugli sviluppi di un progetto destinato alle scuole superiori sulla tematica dello spettro autistico, portato avanti con il supporto di esperti sparsi tra il Piemonte e la Sardegna. Costoro, tra i quali si annoverano Bruno Furcas, Salvatore Bandinu, Roberta Toso e Christian Castangia, hanno collaborato attivamente raccontando le loro storie. Esperienze sul campo che hanno poco a che fare con farmaci, terapie o astruse teorie, privilegiando piuttosto la resa delle forti emozioni provate a contatto diretto con il disagio di tale disturbo. Alla ricerca di un legame solo in apparenza impossibile con persone rinchiuse dentro la loro fragilità.

Stefano Summa
@Stefano_Summa

Print Friendly, PDF & Email