“L’alfabeto perduto della realtà”: serata tributo a Franco Piavoli all’ACSAL

0
951

Nonostante le inclementi condizioni meteorologiche e l’assenza del regista Franco Piavoli per un piccolo contrattempo di salute, non è mancata una fedele partecipazione alla doppia proiezione cinematografica tenutasi all’Associazione Cultura e Sviluppo ieri sera, inserita nel percorso nero della Festa del Pensiero.

La prima pellicola messa in mostra nella sala della sede di Piazza De André è stata “Nostos – Il ritorno” (1989), una delle migliori opere del maestro di Pozzolengo, che narra la storia di un novello Ulisse alla ricerca della casa cui tornare. Il protagonista, quindi, si trova impegnato in un lungo viaggio che lo pone di fronte all’immensa bellezza della natura, “madre” che può accogliere ma anche spaventare e punire i propri figli, e al groviglio delle sue memorie, che s’infittiscono come le radici di un albero secolare.

In seguito, Claudio Casazza, accompagnato da Barbara Rossi, ha introdotto il proprio tributo al Piavoli, cioè “Habitat [Piavoli]” (2013), nel quale il cinema del regista bresciano viene “spiegato” senza far poco o nulla delle scene da lui girate, focalizzandosi invece sul suo ambiente di casa e dando spazio a riflessioni in libertà da parte del regista stesso.

Stefano Summa

@Stefano_Summa

Print Friendly, PDF & Email