10.3 C
Alessandria
sabato, Ottobre 23, 2021

La favola della buonanotte: una foglia al vento

La mia vita è cominciata qui su questo ramo, ad inizio primavera. Tutto intorno c’era ancora un po’ di neve. Sulle colline ombreggiate, ai margini delle strade, nei fossi. Piano piano sono spuntata, perforando la dura corteccia di questo albero secolare, e punteggiandolo, insieme a tutte le altre foglie, di germogli verdi come un segno della rinascita, della vita che prosegue… Con il passare dei giorni il calore del sole sempre più alto nel cielo e sempre più caldo mi ha aiutato a crescere, a diventare più forte. Adesso se guardate all’insù non riuscite quasi più a vedere il marrone dei rami. Siamo noi foglie a farla da padrone! E che bell’ombra che proiettiamo a terra…
In un’altra occasione ho assistito ad una parata “militare”. Eh già… ho visto arrivare dal basso, e marciare su tutto il tronco del mio albero per poi proseguire sul mio ramo fino a passarmi a fianco e continuare per non so dove, un esercito di formiche. Chissà dove andavano tutte in fila indiana… Erano tutte ordinate, silenziose e composte. Un vero esempio di “compostezza”.
E che dire di quando sono stata testimone di una vera e propria trasformazione… Io non avevo capito subito, non sapevo cosa stava per succedere. Un bruco, giallognolo e cicciottello, un bel giorno ha deciso di arrotolarsi nella foglia accanto a me e chiudervisi dentro. Io pensavo che fosse timido, o magari che si vergognasse… è rimasto per parecchio tempo in quello stato e poi… un giorno… mi sono voltata per caso. Un rumore lieve aveva colto la mia attenzione e… ecco che quel bruco non c’era più. Una bella farfalla era appoggiata a quello che restava del bozzolo e, piano piano, ha spiegato le ali. Dopo alcuni istanti di titubanza via… è volata via… così. Senza un minimo rumore, come un bel pensiero che va, verso una nuova vita di speranza.
Sono passati i giorni, e le settimane… c’è stato caldo fino a soffocare e poi vento che quasi mi strappava via da questo picciolo… ed ora l’estate sta volgendo al termine. Sento che sto “invecchiando”. Tutte noi stiamo “invecchiando”… I miei lembi iniziano ad ingiallire. Inizia a far freddo e tutte le energie dell’albero vanno risparmiate per superare il prossimo inverno. Sento che sto per cadere… questo gran vento che è arrivato e il mio indebolimento mi stanno portando via… Ma non sono triste. Sto per provare un’emozione nuova… il volo!!! E poi sapete… anche quando sarò in terra, in mezzo all’erba sarò utile per concimare il terreno. Chissà, magari aiuterò un bel fiorellino a nascere nella prossima primavera!

Anna Barisone

Articolo precedenteLe foto di Robert Capa
Articolo successivoElio e le Storie Tese in concerto
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x