Il Cortile dei Racconti

0
933

E’ questo il nome evocativo di un luogo magico e riservato alla narrazione, della nuova iniziativa nell’ambito della “Rete Nati per Leggere” del territorio alessandrino, che opera grazie al contributo della Compagnia di San Paolo.
Si tratta di un calendario, a cura di alcuni soggetti della rete che ha aderito al progetto 2014 – 2015, di letture animate rivolte ai bambini, con successivi laboratori a tema, ogni volta in uno scenario diverso ma sempre suggestivo e a misura di racconto e di bambino.
Si incomincia lunedì 22 giugno alle ore 15.00 al Giardino Botanico “Dina Bellotti” in Via Monteverde 48: qui gli operatori dell’A.S.M. Costruire Insieme in forza alla Biblioteca Civica F. Calvo – sale Rosse proporranno “La Biblioteca in Giardino”, letture animate rivolte a bambini da 4 a 8 anni; martedì 23 giugno alle ore 16.00 è la volta della Ludoteca Comunale “C’è Sole e Luna“: le Ludo Storie vengono raccontate nella verde cornice del Giardino degli Alpini in via Lanza 2.
Il martedì successivo, il 30 giugno, sempre alle 16.00, sarà il Chiostro di Santa Maria di Castello a fare da scenario alle Ludo Storie della Ludoteca, mentre lunedì 6 luglio alle ore 15.00 la Biblioteca sarà di nuovo al Giardino Botanico.
Una proposta serale è invece quella della Cooperativa Sociale Semi di Senape, che venerdì 10 luglio alle ore 20.45 darà vita alle “Fiabe Animatte”, nel giardino di un luogo nuovo ma che ci si augura possa diventare a tutti familiare: si tratta del Centro di riuso creativo Re Mix, in via Nenni 14, zona Cristo, nei locali dell’ex Nido Gattamiao. Qui è in allestimento uno spazio in cui materiali di scarto dei più diversi trovano nuova vita e utilità per laboratori creativi ed espressivi, in un’ottica di sostenibilità, risparmio ed educazione ambientale.
L’ultimo incontro è nuovamente a cura della Ludoteca ed è una proposta per il mattino: giovedì 30 luglio alle ore 10.00 le Ludo Storie saranno infatti raccontate nel giardino all’interno della Casa di Riposo Borsalino di Corso Lamarmora 13, diventando quindi anche un’occasione di relazione tra giovanissimi e meno giovani.

Print Friendly, PDF & Email