10.2 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Primi “Daspo” ad Alessandria

Prime applicazioni ad Alessandria del recente D.L. 119/14 adottato ad agosto per prevenire e contenere i fenomeni di violenza negli stadi. In un ottica di massima collaborazione tra Questura, Società Sportiva e Curva, si era deciso ad inizio campionato per la rimozione della rete posta a prevenire l’eventuale lancio di oggetti nel campo da gioco del “Moccagatta”. La fiducia verso la Curva ha portato ad accogliere una richiesta più che legittima e motivata dal desiderio di poter vedere gli incontri dell’Alessandria con una visuale ottimale. Nel corso dell’incontro del 10 settembre u.s. tra Alessandria e Novara, verso la fine del primo tempo, un tifoso dalla Curva Nord si è reso responsabile del lancio di un oggetto in campo in un momento in cui già la tensione era alta a causa di un fallo appena commesso nella sottostante area di rigore. Le indagini della D.I.G.O.S. grazie anche alle riprese del locale Gabinetto di Polizia Scientifica ed al potenziamento del sistema di videosorveglianza dello Stadio Moccagatta, hanno portato rapidamente ad attribuire al responsabile un nome e un cognome. A. M. di anni 27 residente a Valenza (AL) è stato così denunciato per la violazione dell’art. 6 bis L. 401/89. Al soggetto, recidivo in quanto già deferito e “Daspato” per lo stesso reato in passato, è stato comminato dal Questore Della Cioppa la misura di prevenzione del c.d. “Daspo” per una durata di anni 6 con obbligo di firma. La durata e l’obbligo di firma sono scattate in automatico a seguito del recente inasprimento delle misure sanzionatorie inserite nel decreto legge di agosto 119/14. Il medesimo ha rischiato anche l’arresto differito entro le 48 ore ma le procedure di individuazione e identificazione hanno richiesto più tempo comportando il suo deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica e l’immediata attivazione della procedura di applicazione del DASPO.
In occasione del medesimo incontro, un altro soggetto D. F. di anni 39, residente a Alessandria, è stato fermato e identificato nei pressi del parcheggio di P.le Berlinguer – luogo deputato ad ospitare veicoli della tifoseria ospite – pochi minuti dopo la segnalazioni di alcuni “sfottò” ai danni di alcuni supporter del Novara. L’uomo, sorvegliato speciale con a carico un provvedimento di Daspo della durata di anni 5 con obbligo di firma, è stato deferito alla competente A.G. per aver violato le prescrizioni impartite del medesimo provvedimento che prevedono – tra le altre – il divieto di accesso a tutti i luoghi “interessati alla sosta, al transito o al trasporto” dei tifosi.
Pugno di ferro da parte della Polizia di Stato di Alessandria contro chi si rende responsabile di gravi comportamenti. Massima collaborazione e apertura al dialogo con chi si ispira ai valori del tifo vero ed equilibrato.
Se fatti del genere si ripeteranno sarà valutato il riposizionamento della rete contenitiva della Curva.

Articolo precedenteAncìueru
Articolo successivoTortona, uccide la sorella con colpi di fucile
Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x