14 C
Alessandria
venerdì, Ottobre 22, 2021

Nervi tesi all’Ilva di Taranto: sequestri; sciopero e occupazione

Un titolo d’altri tempi per una questione attuale: la crisi dell’Ilva è sempre più nera e la pazienza degli operai è terminata.

Parole e fatti che riportano alla mente la questione FIAT del 1968; del 1980 e del 1994: quando lavoratori e sindacati innescarono un aspra rivolta contro il quadro dirigenziale e lo Stato; nel nome del diritto al lavoro.

La Magistratura ha disposto nella giornata di ieri la chiusura dello stabilimento pugliese ed il sequestro dei prodotto finiti e semilavorati: immediata la reazione degli operai che hanno occupato la palazzina con il sostegno dei sindacati Fim; Fiom e Uil.

Contemporaneamente circa 1.500 metalmeccanici dello stabilimento Ilva di Genova; dopo una breve assemblea; sono usciti dallo stabilimento in corteo e si stanno dirigendo verso l’aeroporto di Genova; con loro anche i cassa integrati dello stabilimento metallurgico.

Domani si terrà il consiglio di amministrazione dell’Ilva ed é confermato; sempre per domani; l’incontro tra azienda e sindacati; già programmato per discutere della cassa integrazione annunciata per 1.942 dipendenti; prima della nuova bufera giudiziaria. Per giovedì è fissato un incontro tra governo; sindacati ed enti locali a Palazzo Chigi.

Nicholas Capra

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x