6.3 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

La Corte dei Conti bacchetta l’Asl di Alessandria: ‘Gravi irregolarità contabili nel bilancio 2010’

In un periodo in cui tiene banco la discussione sulla nuova riforma sanitaria portata avanti dalla Regione Piemonte, le Asl locali viniscono nel mirino della Corte dei Conti per alcune presunte irregolarità nei bilanci 2010. All’attenzione della Corte dei Conti piemontese è finita anche l’Asl della provincia di Alessandria, guidata, all’epoca dei fatti, da Gian Paolo Zanetta, attualmente responsabile della Federazione sanitaria Torino Sud Est. La Corte dei Conti avrebbe bacchettato l’Asl per ‘gravi irregolarità contabili o comunque crticità’, e la invita ad adottare urgenti misure correttive. Nel 2010 infatti, rispetto al pareggio di bilancio ottenuto nel 2008 e nel 2009, l’Asl sarebbe andata in perdita per 14,6 milioni, e avrebbe un disavanzo finanziario di quasi 5 milioni e mezzo di euro, dovuti ad acquisti di beni superiori ai relativi consumi. Nel documento della Corte dei Conti si legge inoltre che ‘aumenta il debito nei confronti dei fornitori, che passa da 176,3 milioni di euro del 2008 a 203 del 2010, aumentano anche i giorni di ritardo nei pagamenti, da 90 a 140’. Sempre nel documento, si legge che l’Asl ‘non è stata in grado di quantificare il costo del personale a tempo determinato e quello comandato’, parrebbe inoltre ‘eccessivamente oneroso il servizio di distribuzione diretta del farmaco, e si sono verificate alcune lacune nelle tracciabilità dei beni mobili in dotazione al personale, quali notebook e telefoni’.
La Corte dei Conti ha invitato l’Asl a prendere provvedimenti in tempi rapidi, cominciando a calcolare i crediti esegibili nei confronti della Regione.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x