Brevi di cronaca

0
896

I Carabinieri di Castellazzo Bormida hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il 26enne Shpella Ilirjan ed il 21enne Sadedini Oltion, cittadini albanesi residenti in Alessandria.
I militari dell’Arma, nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, alle ore 22,00 circa dell’ 11 maggio, fermavano un’ autovettura con a bordo i due giovani. Sul veicolo gli operanti rinvenivano una borsa contenente due panetti di marijuana già confezionati del peso di kg. 1 ciascuno (vedi foto). Le successive perquisizioni eseguite presso le residenze dei due interessati hanno permesso di recuperare un ulteriore chilogrammo di marijuana, già suddivisa in tre panetti, oltre a 31 grammi di cocaina e due bilancini di precisione utilizzati per la pesatura della droga.
I due albanesi dopo essere stati dichiarati in arresto venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Alessandria a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri di Alessandria hanno tratto in arresto per rapina continuata il 35enne cittadino marocchino, pregiudicato, in Italia senza fissa dimora, Slimani Lakhatib.
Gli accertamenti svolti dai militari dell’Arma hanno consentito di identificare l’interessato quale autore di una serie di rapine consumate in Alessandria tra le ore 11,30 e le ore 13,30 del 12 maggio.
L’interessato si è infatti reso responsabile delle rapine in danno di:
– una 49enne alessandrina che aggrediva in questo Viale Brigata Ravenna per impossessarsi della catenina in oro che portava al collo. Nella circostanza la donna riportava lievi escoriazioni per la caduta a terra a seguito dell’aggressione;
– un 63enne cittadino di nazionalità cinese che, dopo essere stato avvicinato da Slimani mentre si trovava all’interno della propria rosticceria sita in questa via Vochieri, gli strappava la catenina in oro che portava al collo, procurandogli lievi abrasioni giudicate guaribili in cinque giorni;
– una 45enne di Alessandria che veniva aggredita e rapinata della catenina d’oro che portava al collo mentre camminava in questa via Palestro. La donna nella circostanza riportava lievi abrasioni al collo giudicate guaribili in gg. 5 s.c.;
– un 26enne cittadino albanese residente in città che veniva aggredito in questo Spalto Rovereto e rapinato della catenina in oro che portava al collo. Nella circostanza il giovane riportava lievi escoriazioni non refertate.
In occasione di quest’ultima aggressione i militari dell’Arma, che erano già sulle tracce del rapinatore, riuscivano a localizzarlo e, dopo averlo bloccato, lo dichiaravano in arresto. Nella circostanza sulla sua persona gli operanti rinvenivano una catenina in oro oggetto di una delle rapine consumate poco prima.
L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Alessandria a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri di Tortona hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, Fall Papa Abdoulahi, 21enne cittadino senegalese residente a Pontecurone.
L’uomo, alle ore 13,15 del 13 maggio, veniva sorpreso dai militari operanti nelle vicinanza della Stazione ferroviaria di Tortona intento a cedere della sostanza stupefacente ad alcuni giovani. Nel tentativo di garantirsi la fuga spintonava i militari che riuscivano comunque a bloccarlo, dichiarandolo in arresto. Nella circostanza venivano recuperati otto ovuli contenenti hashish e la somma di 170,00 euro provento dello spaccio dello stupefacente. La successiva perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione dell’interessato consentiva di rinvenire e sequestrare ulteriori 84 grammi di hashish già suddivisa in dosi pronte allo spaccio.
L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Alessandria a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri di Tortona hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato, abbandono di persone minori o incapaci e falsa attestazione a Pubblico Ufficiale sulla propria identità personale, una 48enne nomade pluripregiudicata e due minorenni con precedenti di polizia, residenti in provincia di Asti e Pavia.
I predetti, nella mattinata dell’11 maggio u.s. venivano sorpresi dai militari operanti all’interno di un parcheggio pubblico intenti ad asportare dall’interno di un’autovettura ivi parcheggiata, un paio di occhiali da sole di proprietà di una 53enne del luogo che venivano successivamente rinvenuti su di un camper di proprietà della 48enne.
Nella circostanza, sul citato camper i militari dell’Arma rinvenivano in stato di abbandono una bambina di 7 mesi, figlia della nomade, che veniva successivamente rintracciata presso la stazione ferroviaria di Tortona intenta a chiedere l’elemosina ai passanti.