Brevi di cronaca

0
596

1. I Carabinieri della Stazione di Solero, della Stazione di San Giuliano Vecchio e dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria hanno arrestato due cittadini albanesi, T.V. e T.A. fratelli pregiudicati di 40 e 32 anni residenti a Bra (CN), per violenza, resistenza, lesioni, minacce a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sull’identità personale.
Alle 17.30 circa di domenica 31 agosto pervenivano al 112 numerose telefonate di cittadini allarmati perché a Solero, lungo la SS 10, all’altezza della ditta Zimetal, un uomo sembrava picchiasse una donna. Veniva subito inviata sul posto la pattuglia di Solero e i due militari si trovavano invece di fronte a 4 persone, due uomini e due donne, tutti di cittadinanza albanese, e notavano che gli uomini erano già tumefatti perché si stavano picchiando reciprocamente con violenza mentre le rispettive mogli tentavano di dividerli. Il litigio era nato per futili motivi tra i due fratelli perché gli stessi lavorano insieme come muratori e non trovandosi d’accordo su alcune questioni di lavoro inizialmente avevano una accesa discussione verbale passando poi alle vie di fatto. I militari cercavano di sedare gli animi ma i due fratelli, anche visibilmente ubriachi, a quel punto, si scagliavano contro gli operanti con insulti e minacce verbali, rifiutandosi ripetutamente di consegnare i documenti di identità. Inoltre, uno dei due uomini tentava di picchiare nuovamente la moglie e quando un militare si frapponeva lo aggrediva violentemente con spintoni e schiaffi. Vista la situazione giungevano altre due pattuglie dell’Arma in supporto cosa che non portava i due alla ragione, ma anzi entrambi si scagliavano con violenza contro i militari, due dei quali venivano anche buttati per terra, e a quel punto, a fatica, venivano bloccati ed ammanettati. Caricati gli arrestati sulle auto di servizio, venivano accompagnati presso la Stazione Carabinieri di Solero, ma lungo il tragitto, il più agitato dei due manifestava l’intenzione di lanciarsi dall’auto di servizio in movimento venendo bloccato tempestivamente dai militari. Neppure l’arrivo in caserma placava l’animo dei due che continuavano a minacciare pesantemente i militari e, quindi, vista la loro aggressività e la loro condotta che non mutava nel corso del tempo ma anzi diventava sempre più violenta e incontrollata nei confronti degli appartenenti all’Arma di Carabinieri, venivano tratti in arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Alessandria in attesa del rito direttissimo che si terrà questa mattina.

2. I Carabinieri della Stazione di Valenza hanno denunciato S.D.A., cittadina italiana di 26 anni, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. La pattuglia del locale Stazione nel transitare in una via della città notava ben visibili su una portafinestra che da sul balcone della casa due piante che sembravano essere di canapa indiana. L’immediata verifica permetteva di accertare che in casa la donna aveva effettivamente due piante di canapa indiana dell’altezza di circa 1 metro ciascuna e 4 anche grammi di hashish. A seguito dell’attività svolta, la donna veniva denunciata alla Procura della Repubblica per la coltivazione delle piante e la detenzione di stupefacente e tutto lo stupefacente veniva posto sotto sequestro.

3. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria e della Stazione di Bassignana hanno denunciato rispettivamente una cittadina nigeriana di 32 anni e un cittadino marocchino di 37 anni per violazione delle norme sull’immigrazione. Fermati rispettivamente in città mentre la donna percorreva a piedi una via del quartiere Borgo Rovereto e l’uomo a Bassignana a bordo di un’auto in compagnia di altri due connazionali, dal controllo risultavano entrambi sprovvisti del relativo permesso di soggiorno e venivano quindi denunciati per essersi intrattenuti sul territorio nazionale pur essendo privi del previsto titolo autorizzativo. Per entrambi venivano avviate dei nuovi iter amministrativi per la regolarizzazione della loro permanenza in Italia.

Print Friendly, PDF & Email