10.2 C
Alessandria
martedì, Ottobre 26, 2021

Arrestato ultras grigio per violenza privata e danneggiamento aggravato

Nella serata di sabato 26 agosto u.s., il 38enne D.F., conosciuto ultras della squadra di calcio della “Alessandria”, per motivi non meglio specificati, si introduceva, attraverso una finestra aperta, nella sede della società di calcio, posta all’interno dello stadio comunale “Moccagatta”, e, dopo aver inveito e minacciato un dirigente presente, cominciava a rovesciare per terra suppellettili, trofei e quant’altro.
Sul posto interveniva immediatamente personale della D.I.G.O.S., supportato dagli agenti della Sezione Volanti, che raggiungevano il soggetto quando questi, uscito dalla sede della “Alessandria Calcio”, aveva raggiunto il bar dello stadio.
In particolare scorgevano le ruote di una bicicletta, solitamente utilizzata dall’autore, vicino alla sede dell’”Alessandria Calcio”, davanti ad un cancello che impediva una completa vista della zona.
Questo particolare è risultato vincente perché da un semplice controllo è scaturito il “riconoscimento” della bicicletta e del suo proprietario, consentendo di attribuire a quest’ultimo, con assoluta certezza, la responsabilità dell’accaduto.
L’uomo, conosciuto dagli operatori, per i suoi precedenti penali e in quanto noto facinoroso supporter dei “grigi”, già oggetto dei rigorosi provvedimenti della “sorveglianza speciale di pubblica sicurezza” e del “D.A.S.P.O.”, veniva tratto in arresto per i reati di violenza privata, danneggiamento aggravato ed altro.
L’arrestato si trova attualmente ristretto presso la propria abitazione, in regime di “arresti domiciliari”, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nella mattinata odierna, valuterà la sua posizione.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x