Domenica 4 ottobre, 278° giorno
dell’anno, 40^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 88 giorni (bisestile)

0
915
Il giornalista australiano Julian Assange, uno dei fondatori di "WikiLeaks", è detenuto in Inghilterra dall'11 aprile 2019

FRASE DEL GIORNO – Il vero problema è che in Italia i grandi giornali non parlano delle storie di corruzione, soprattutto se riguardano le grandi compagnie. (Julian Assange)

SANTI DEL GIORNO – San Francesco d’Assisi (Patrono d’Italia, protettore di commercianti, cordai, ecologi, floricoltori, mercanti, tappezzieri e poeti), San Crispo (Discepolo di san Paolo), San Petronio di Bologna (Vescovo), Sant’Aurea di Parigi (Badessa), Santa Damaride (Moglie di San Dionigi l’Areopagita).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1957 lanciato il primo satellite nello spazio. Alle 22.28 (ora di Mosca), dal cosmodromo di Baikonur (Kazakistan), fu lanciato lo Sputnik 1, primo satellite della storia. L’evento decretò l’inatteso sorpasso dell’URSS sugli USA nella convulsa corsa allo spazio, che vedrà contrapposte le due potenze fino a fine anni ’60.
Traducibile in italiano con “compagno di viaggio”, lo Sputnik era di in alluminio ed era piccolo: diametro 58 cm, peso 83 kg. La strumentazione a bordo trasmise per 21 giorni segnali radio, che ne fecero seguire gli spostamenti dell’orbita attorno alla Terra.
Nel 1964 inaugurata l’Autostrada del Sole. In diretta TV il presidente del Consiglio Aldo Moro ‘battezzò’ la A1 Milano-Napoli, nota come ‘Autostrada del Sole’. Prima di questa data occorrevano 2 giorni di viaggio per andare da Milano a Napoli; da allora in 8 ore si copriva il tragitto di 759,4 km. Con il costo di 272 miliardi di lire dell’epoca (pari a circa 30 miliardi € di oggi), i lavori di costruzione durarono 8 anni.
Nel 2006 fondata ‘WikiLeaks’. Proprio in questa data fu registrato il dominio  “www.wikileaks.org”, che negli anni successivi fece tremare governi di tutto il mondo, pubblicando dossier, corrispondenze e documenti riservati (segreti di stato, militari, bancari) delle varie diplomazie. Ribattezzata la “primula rossa dell’era dei computer”,  “WikiLeaks” (in italiano “fuga di notizie”) si presentò come organizzazione senza scopo di lucro formata da volontari (giornalisti, attivisti, scienziati) nascosti dall’anonimato.
Un esercito che, attraverso fonti altrettanto anonime, mise le mani su documenti scottanti caricandoli sul sito dell’associazione e mettendoli a disposizione di tutti.

NATI DEL GIORNO – Charlton Heston (1924-2008), Usa, attore. Nato a Evanston (Illinois) come John Charles Carter, prese il cognome Heston dal secondo marito della madre e legò il suo volto ai più noti colossal del genere biblico-storico: da “I dieci comandamenti” (’56) a “Ben Hur”, che gli valse l’Oscar ’60 come “migliore attore protagonista”. Famose anche le partecipazioni a pellicole legate al genere “catastrofico”, come “Il pianeta delle scimmie” del ’68 e “Terremoto” del ’74. Il secondo Oscar gli fu assegnato per l’impegno umanitario nel ’78. Charlton Heston sposò nel ’44 l’attrice Lydia Clarke, con cui rimase fino alla morte, ed ebbe 2 figli: Fraser (’55) e Holly (’61).
Susan Sarandon (1946), Usa, attrice. Nata a New York da famiglia italo-britannica (nonno materno di Ragusa) come Susan Abigail Tomalin, è uno dei volti più noti del cinema hollywoodiano. Esordì nel ’70 e ottenne l’Oscar di “migliore attrice protagonista” con “Dead Man Walking” (’95). Candidata 5 volte, tra i suoi film più conosciuti si ricordano “Thelma & Louise”, “L’olio di Lorenzo”, “Nemiche Amiche”, “Shall we dance?”. Dal 2010 ambasciatrice di buona volontà FAO, sostiene anche i diritti civili degli omosessuali. Sposata con l’attore Chris Sarandon (’67-’79), dopo il divorzio ebbe relazioni con Louis Malle, David Bowie, Franco Amurri, Sean Penn, Tim Robbins e Jonathan Briklin. L’attrice ha 3 figli: Eva Amurri (’85), Jack Henry Robbins (’89) e Miles Robbins (’92).
Francesco Damiani (1958), Italia, ex-pugile. Nato a Bagnacavallo (RA), fu il primo campione del mondo dei pesi massimi WBO (6 maggio ’89-11 gennaio ’91). Alle Olimpiadi di Los Angeles ’84 vinse l’argento nella categoria supermassimi.
Francesco Baccini (1960), Italia, cantautore. Nato a Genova, studiò musica e pianoforte sin da piccolo. Debuttò con l’album “Cartoons”, vincendo targa Tenco e “Un disco per l’estate”. Nel ’90 vinse il Festivalbar con “Sotto questo sole”, insieme a Paolo Belli e i “Ladri di Biciclette”. Tra i singoli più famosi “Figlio unico”, “Le donne di Modena”, “Qua-qua-quando”, “Non fidarti di me”, “Chewing gum blues”. Oltre al musicista fa anche l’attore.
Mauro Germán Camoranesi (1976), Italia, ex-calciatore. Nato a Tandil (Argentina) è stato un centrocampista esterno naturalizzato italiano (avi di Potenza Picena). Con la Nazionale Italiana (55-4) divenne Campione del Mondo 2006. Giocò con 5 club argentini, poi con Verona e Juventus, quindi Stoccarda, Lanus e Racing Avellaneda (591-86).
Quanto ai successi, oltre al Mondiale tedesco, vinse 1 scudetto, 2 Supercoppe italiane e 1 campionato di serie B, tutto con la Juventus.

Print Friendly, PDF & Email