Domenica 14 giugno, 166° giorno
dell’anno, 24^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 200 giorni (bisestile)

0
985
La catena degli Hard Rock Café (qui sopra l'ingresso di Tokio) appartiene agli indiani pellerossa Seminoles

FRASE DEL GIORNO – Mi piace una tv che fa le domande e sta ad ascoltare le risposte. Spesso chi fa domande è troppo compiaciuto e non ascolta l’interlocutore. (Paolo Bonolis)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Eliseo (Profeta), Santi Valerio e Rufino (Martiri), San Metodio (Patriarca di Costantinopoli), San Proto di Aquileia (Martire), Santa Teopista (Vergine e Martire), Beata Costanza de Castro (Terziaria francescana).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1777 Usa adottarono bandiera “stelle e strisce”. Simbolo di libertà e dei diritti garantiti a tutti i cittadini americani dalla Costituzione e dalla “Carta dei diritti”, oltre che emblema di libertà personale e individuale. È questa l’idea che ispirò il Congresso degli Stati Uniti d’America quando decise di adottare la celebre ‘Stars and stripes’, la bandiera a stelle e strisce che ancora oggi è l’aspetto più identificativo di quella nazione. La versione iniziale comprendeva la bandiera inglese nel quadrante e 13 strisce orizzontali (7 rosse e 6 bianche), come le colonie inglesi che si ribellarono alla madrepatria. Dal 1787 venne utilizzato il quadrante blu punteggiato di stelle: l’ultima fu inserita nel 1960, con l’ingresso delle Hawaii, 50° stato americano.
Nel 1971 il 1° Hard Rock Café. L’idea di un ristorante tematico, concepito come ‘memoria storica del rock’ attraverso gadgets, strumenti e documenti sui grandi artisti del passato, venne a Peter Morton e Isaac Tigrett, che lo aprirono a Londra. Il successo non tardò, anche per il sostegno di star della musica e del cinema che frequentavano il locale. Poi i due si separarono e la catena fu venduta alla Rank Corporation, quindi passò alla tribù indiana dei Seminoles, attuali proprietari. Tra i 191 Café sparsi in 59 paesi, 3 sono in Italia (Firenze, Roma, Venezia). Nel business della catena hanno un peso rilevante le t-shirts  bianche col marchio e la città dov’è stata comprata (vendute 10 milioni l’anno).

NATI FAMOSI – Donald Trump (1946), Usa, imprenditore e politico. Con un patrimonio di 9 miliardi di dollari è uno degli uomini più ricchi del mondo, ma il suo pallino da sempre è la politica. Nato a New York, divenne celebre grazie al reality show ‘The Apprentice’, che gli valse una stella sulla ‘Hollywood Walk of Fame’. Nella versione italiana, “L’apprendista”, il suo omologo fu Flavio Briatore. Repubblicano, l’8 novembre 2016 vinse le elezioni americane e da gennaio 2017 è presidente degli Stati Uniti d’America. Il prossimo novembre Trump sarà il candidato alla Casa Bianca per i repubblicani.
Gianna Nannini (1954), Italia, cantautrice. È la numero uno del rock italiano, con la sua voce graffiante riesce a disegnare sonorità potenti e ballate romantiche. Nata a Siena, dopo aver studiato canto e composizione salì alla ribalta nel ’79 col singolo “America”, collaborando anche a colonne sonore di film, tra cui “Sogno di una notte d’estate”.
Nell’84 con ‘Fotoromanza’  iniziò l’ascesa tra i big della musica, con brani destinati ad entrare nel repertorio classico italiano: “Bello e impossibile” (’86), “Profumo” (’86),  “I maschi” (’87), “Sei nell’anima” (’06). In carriera ha venduto circa 90 milioni di dischi e nel 2010, a 56 anni, diventò mamma di Penelope Jane (dopo 2 aborti) concepita non per ovo-donazione, ma dopo “un lungo percorso di cure che hanno permesso questo risultato”,  così spiegò il suo ginecologo Augusto Enrico Semprini.
Paolo Bonolis (1961), Italia, conduttore TV. Romano de Roma, è una star del piccolo schermo dove, da quasi 40 anni, intrattiene il pubblico. La sua proverbiale parlantina, infarcita di espressioni forbite e battute ironiche, nasconde in realtà un problema di balbuzie adolescenziale, vinto grazie alla recitazione. La sua frenesia verbale è da primato, come testimonia il ‘Guinness World Record’ ricevuto nel 2010 per il maggior numero di parole di senso compiuto pronunciate in un minuto: 335. Debuttò negli anni ’80 con la TV per bambini, poi condusse “Tira e molla”, “Affari tuoi”, “Il senso della vita” e “Ciao Darwin”, facendo coppia fissa con Luca Laurenti. Presentò 2 Festival di Sanremo (’05 e ’09) e 4 stagioni di “Striscia la notizia”, conquistando 16 Telegatti e 13 Premi Regia TV.
Steffi Graf (1969), Germania, tennista. Nata a Mannheim, fu a lungo numero 1 nella classifica WTA: 377 settimane, primato assoluto sia femminile che maschile, di cui 186 consecutive, come Serena Williams). Il suo colpo migliore fu il dritto, da qui l’appellativo di ‘Miss Dritto’. La Graf è una delle tre tenniste che hanno vinto nello stesso anno i 4 tornei del Grande Slam. In carriera vinse 7 Wimbledon, 6 Roland Garros, 5 US Open e 4 Australian Open, cui si aggiungono 1 oro, 1 argento e 1 bronzo Olimpici.

Print Friendly, PDF & Email