Domenica 11 ottobre, 285° giorno
dell’anno, 41^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 81 giorni (bisestile)

0
1083
La sigla di "Tribuna elettorale", primo programma politico della TV italiana nel 1960

FRASE DEL GIORNO – Il mondo è un bel posto, per il quale vale la pena di lottare. (Ernest Hemingway)

SANTI DEL GIORNO – San Firmino di Uzes (Vescovo), Sant’Alessandro Sauli (Vescovo), San Giovanni XXIII (papa Angelo Giuseppe Roncalli), San Cainnech (Abate), San Meinardo (Meinhard, primo vescovo della Lettonia), Santi Taraco, Probo e Andronico (Martiri).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1960 prima trasmissione politica della TV italiana. In tempi recenti è raro trovare un giorno della settimana in cui la programmazione TV non preveda un talk show con ospiti politici: oggi la politica è dappertutto (anche troppo), ma agli albori della RAI era assente. L’11 ottobre del 1960, 6 anni dopo l’inizio delle trasmissioni, la politica entrò nelle case degli italiani con il programma ‘Tribuna elettorale’.
Il conduttore fu il giornalista Gianni Granzotto. L’immediato successo convinse la RAI a lanciare, l’anno dopo, ‘Tribuna politica’ condotta da Jader Jacobelli (fino al 1986).

NATI DEL GIORNO – Antonio Fazio (1936), Italia, economista. Nato ad Alvito (FR), fu governatore della Banca d’Italia dal 1993 al 2005, contribuendo alla stabilità economica del Paese per favorire il passaggio dalla Lira all’Euro. Nel 2005 fu implicato nello scandalo della banca Antonveneta: dimessosi dopo la condanna in primo grado, nel 2012 fu assolto in Appello a Milano. In seguito alla sua vicenda venne modificata la durata dei mandati dei governatori: non più a vita, bensì 6 anni, rinnovabile una sola volta.
Luke Perry (1966-2019), Usa, attore. Nato a Mansfield (Ohio) come Coy Luther Perry III, divenne famoso per il ruolo di Dylan McKay, interpretato nelle numerose stagioni di “Beverly Hills 90210″, serie TV cult (’90-’00). Sul suo ingaggio si raccontò che la figlia del regista Aaron Spelling l’avesse notato mentre dipingeva le strisce pedonali: inserito nel cast, gli fu assegnato il ruolo da protagonista. Dopo quest’esperienza recitò piccole parti, tra cui “Il quinto elemento” di Luc Besson, presentato al 50° Festival di Cannes. Nel ’93 sposò Rachel Minnie Sharp, con cui ebbe 2 figli, Jack (’97) e Sophie (’00), divorziando nel 2003. Colpito da un ictus a febbraio ’19 nella sua casa di Los Angeles, morì il 4 marzo.
Fabio De Luigi (1967), Italia, comico. E’ uno degli attori più richiesti del cinema italiano contemporaneo. Nato a Santarcangelo di Romagna (RN), lasciò il baseball (giocava a Rimini in A1) e si accreditò nei diversi programmi della ‘Gialappa’s Band’, con il ‘cantante Olmo’ e ‘Mediomen’. Lanciato sul grande schermo dai cinepanettoni, arrivò al successo con le commedie “Happy Family”, “Maschi contro femmine” e “La peggior settimana della mia vita” (di cui curò sceneggiatura e soggetto). Testimonial di ISAL, fondazione per la ricerca della ‘Terapia del Dolore’, nel ’14 recitò in “Una donna per amica”, poi nel ’16 fu regista della commedia “Tiramisù”. Il ’17 lo vide protagonista di “Questione di karma”, il ’18 di “Metti la nonna in freezer” e l’anno scorso di “10 giorni senza mamma” e “Gli uomini d’oro”. In attesa dei 2 nuovi lavori in uscita nel ’20: “E noi come stronzi rimanemmo a guardare” e “10 giorni con Babbo Natale”.
Jury Chechi (1969), Italia, ex-ginnasta. Nato a Prato, i genitori lo chiamarono Jury in onore dell’astronauta sovietico Gagarin, che nel ’61 fu il primo uomo nello spazio. Fu soprannominato il “Signore degli Anelli” perché dominò quella specialità della ginnastica negli anni ’90: vinse 1 oro e 1 bronzo Olimpici, 5 ori e 2 bronzi Mondiali, 4 ori e 2 bronzi Europei, 3 ori e 1 argento alle Universiadi, 13 ori e 3 argenti ai Giochi del Mediterraneo.  Dopo il ritiro ebbe esperienze politiche e in TV, come ospite e conduttore di programmi e, in occasione di Londra 2012, come commentatore tecnico per Sky Sport. Dichiaratamente ateo, è legato a Rosella Sambruna, da cui ha avuto Dimitri (’03) e Anastasia (’05).

 

Print Friendly, PDF & Email