Lunedì 31 agosto, 244° giorno
dell’anno, 36^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 122 giorni (bisestile)

0
1186
Luca Cordero di Montezemolo, ex-presidente di Ferrari, Fiat, Confindustria e Alitalia, compie oggi 73 anni

FRASE DEL GIORNO – Dove lo Stato non funziona si afferma quella ‘società fai da te’ dove ognuno si sente autorizzato ad arrangiarsi come può. (Luca Cordero di Montezemolo). 

SANTI DEL GIORNO – San Raimondo Nonnato (Religioso), Sant’Aristide Marciano (Apologista), Sant’Abbondio di Como (Vescovo), Sant’Aidano di Lindisfarne (Vescovo),  San Cesidio e compagni (Martiri a Trasacco), San Nicodemo (Membro del Sinedrio).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1888 iniziò la leggenda di ‘Jack lo squartatore’. Era notte fonda a Whitechapel, quartiere popolare di Londra, quando fu ritrovata la prima vittima. Alle 3.45 Charles Cross e Robert Paul scoprirono il cadavere di una donna, riverso a terra in un lago di sangue, orrendamente mutilato. Si trattava di Mary Ann Nichols, prostituta di 43 anni, riconosciuta poi come la prima vittima accertata del serial killer passato alla storia come ‘Jack lo squartatore’. La scena si ripeté spesso e a novembre le vittime salirono a 5: i cadaveri di Annie Chapman, Elizabeth Stride, Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly alimentarono la leggenda. Alla fine della storia le vittime attribuite a Jack furono 16: tutte prostitute, tutte uccise nella stessa zona e tutte mutilate. Il colpevole non fu mai trovato, ma il nome si deve ad una lettera inviata alla Central News Agency in cui lo scrivente ammetteva di essere l’autore degli omicidi, firmandosi ‘Jack the Ripper’.
Nel 1997 morì Lady D. L’ex moglie del principe Carlo d’Inghilterra, Diana Spencer, uscì dall’hotel Ritz di Parigi in compagnia del nuovo compagno Dodi Al-Fayed (figlio del milionario egiziano proprietario dei magazzini Harrods’) e si allontanò sulla Mercedes S280, guidata dall’autista, cercando di seminare i fotografi. Dopo mezzanotte imboccarono a velocità sostenuta il tunnel sotto il Pont de l’Alma: sbandata, urto sul muro destro e fine della corsa contro il 13° pilone del ponte. Lo schianto fu fatale per Al-Fayed e l’autista, Diana morì 2 ore dopo in ospedale. L’unico superstite fu Trevor Rees-Jones, guardia del corpo di Diana. Il 6 settembre si svolsero a Londra i funerali, secondo il protocollo reale, in mezzo a 3 milioni di persone. L’evento fu trasmesso dalle TV di tutto il mondo: in chiesa  Elton John dedicò alla principessa una versione modificata di “Candle in the Wind”.

NATI DEL GIORNO – Maria Montessori (1870-1952), Italia, pedagogista. Nata a Chiaravalle (AN), praticò anche medicina, filosofia e volontariato. Spese la sua vita per l’infanzia: nel 1907 fondò a Roma la prima casa dei bambini, dedicata ai piccoli del quartiere San Lorenzo: un luogo accogliente, concepito secondo le loro aspettative.
Entrò nella storia della pedagogia grazie all’ideazione di un ‘metodo educativo per bambini’, il famoso “metodo Montessori”, basato sulla libertà da dare al bambino, considerato “essere completo, capace di sviluppare energie creative e possessore di disposizioni morali”. Il tutto doveva avvenire in un ambiente fatto su misura per lui.
Luca Cordero di Montezemolo (1947), Italia, manager. Nato a Bologna, dirigente d’azienda molto legato a Gianni Agnelli, fu presidente della Ferrari dal ’91 al ’14 e della FIAT dal ’04 al ’10, consigliere d’amministrazione di “Indesit” e “La Stampa”. Nel ’06 fondò, con altri imprenditori, NTV-Nuovo Trasporto Viaggiatori (treno Italo, ndr), portando per la prima volta la concorrenza nel campo dei trasporti ferroviari ad alta velocità. Guidò  Confindustria (’04-’08) e dal ’09 è alla presidenza di Telethon. In politica nel ’12 contribuì alla fondazione di “Italia Futura”, che sostenne Mario Monti. Dal ’14 al marzo ’17, infine, fu presidente di Alitalia-Sai. Nella vita privata fu marito di Sandra Monteleoni (matrimonio ‘nullo’) da cui ebbe il figlio Matteo (’77), compagno di Barbara Parodi Delfino, da cui nacque la figlia Clementina (’81), poi dell’attrice Edwige Fenech. Dal ’00 è sposato con Ludovica Andreoni, da cui ha avuto 3 figli: Guia (’01), Maria (’03) e Lupo (’10).
Richard Gere (1949), Usa, attore. Nato a Philadelphia (Pennsylvania) come Richard Tiffany Gere da famiglia irlandese, è uno dei divi di maggior fascino del cinema, considerato un ‘sex symbol’ tra i più amati dalle donne. Entrò nella recitazione partendo dal teatro, col musical  “Grease”. Il successo arrivò con “I giorni del cielo” (’78), che vinse l’Oscar per la fotografia, mentre Gere ricevette 1 David di Donatello. Divenne mito con i film “American Gigolò”,  “Ufficiale e gentiluomo” e “Pretty woman”, accanto a Julia Roberts. Vinse anche 1 Golden Globe (“Chicago”, ’03) e 1 Emmy Award (“Guerra al virus”, ’94).
Vincenzo ‘Enzo’ Iacchetti (1952), Italia, attore e showman. Nato a Castelleone (CR), dal ’94 conduce (con Ezio Greggio) il TG satirico “Striscia la Notizia”. Molto attivo a teatro, ha lavorato nel Maurizio Costanzo Show e ha preso parte anche ad alcune fiction.
Edwin Moses (1955), Usa, ex-atleta. Nato a Dayton (Ohio), considerato il più grande ostacolista di sempre, è laureato in fisica e ingegneria e lavorò, anche mentre gareggiava, per la General Dynamics, in un reparto che controllava l’elettronica di testate nucleari del Pentagono. Nell’81 fondò un sindacato che per far sì che gli atleti potessero, anche dopo il college, continuare ad allenarsi con stipendi passati dal governo o da terze parti senza mettere in pericolo le Olimpiadi, visto che per partecipare era obbligatorio il ‘dilettantismo’.  In carriera vinse l’oro Olimpico sui 400 hs a Montreal ’76 e Los Angeles ’84, ma il boicottaggio a Mosca ’80 gli impedì di vincere anche lì, mentre a Seul ’88 ottenne il bronzoAi Mondiali vinse due ori, Helsinki ’83 e Roma ’87. Nella sua specialità stabilì 4 volte il record mondiale, l’ultimo dei quali (47″02, 1983) durò 9 anni. Arrivò primo 178 volte (su 187 gare) nei 400 hs, restando imbattuto per 9 anni e 9 mesi (122 vittorie).

Print Friendly, PDF & Email