Lunedì 23 marzo, 83° giorno
dell’anno, 13^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 283 giorni (bisestile)

0
997
L'attore Ugo Tognazzi, grande protagonista della "commedia all'italiana", nacque 98 anni fa

FRASE DEL GIORNOL’ottimista è un uomo che, senza una lira in tasca, ordina delle ostriche nella speranza di poterle pagare con la perla trovata. (Ugo Tognazzi)

SANTI DEL GIORNO – San Turibio di Mogrovejo (Vescovo, protettore dei vescovi missionari), Santi Vittoriano, Frumenzio e compagni (Martiri), Santi Domezio, Pelagia, Aquila, Eparchio e Teodosia (Martiri), San Fingar (Guigner, Martire), San Walter (Gualtiero, Gualterio) di San Martino di Pontoise (Abate), San Vittoriano (Martire), Sant’Ottone Frangipane (Eremita).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1857 installato il primo ascensore per persone. Qualcuno trasformò una cabina di ferro in un mezzo di trasporto sicuro e veloce; da allora la quotidianità domestica e lavorativa non fu più la stessa nel mondo. L’inventore fu un industriale del Vermont, Elisha Graves Otis che, dopo tanti positivi esperimenti, il 23 marzo 1857 inaugurò il 1° ascensore per persone, installato ai grandi magazzini “Haughwout and Company” di New York, in quello che oggi è SoHo, quartiere degli artisti di Manhattan.  Dello strepitoso successo economico che ebbe la ‘Otis Elevator Company’, da lui fondata nel 1853 e oggi maggior produttore al mondo di sistemi di trasporto verticale, Otis godette solo i primi assaggi, a causa di una difterite che lo condusse a morte l’8 aprile 1861.

NATI FAMOSI – Akira Kurosawa (1910-1998), Giappone, regista. Discendente da una famiglia di Samurai, è tra i cineasti che hanno fatto scuola nella settima arte, portando la storia e le tradizioni del Giappone all’attenzione del pubblico di tutto il mondo. Nato ad Ōta, uno dei quartieri speciali di Tokyo, e morto a Setagaya nel settembre ’98, mostrò sin da giovane profondo interesse per il teatro di Shakespeare. La sua produzione, calata nel contesto storico del periodo feudale giapponese, si divide in due filoni: ‘Shakespeariano’‘Samurai’Vinse 2 Oscar con le pellicole “Rashōmon” (’52) e “Kagemusha” (’76), entrambi “miglior film straniero”, e 1 alla carriera (’90), oltre alla Palma d’oro di Cannes ’80 e al Leone d’oro alla carriera di Venezia ’82.
Ugo Tognazzi (1922-1990), Italia, attore. Cremonese, pioniere della comicità televisiva e attore di eccelsa versatilità, sul grande schermo fu il “conte” della commedia all’italiana.  Nato a Cremona, esordì al cinema nel ’50 ne “I cadetti di Guascogna”, accanto a Walter Chiari. L’incontro con un altro comico diede l’impronta alla sua carriera: con Raimondo Vianello formò una coppia perfetta, consacrata dal varietà RAI “Un due tre” (’54-’60).  Lasciò importanti tracce “Sua eccellenza si fermò a mangiare” (’61), “I mostri” (’63), “L’immorale” (’67), fino al capolavoro “Amici miei” (’75), di cui recitò anche 2 sequel.
Non meno apprezzate le performance drammatiche, da “Io la conoscevo bene” (’65) a “La tragedia di un uomo ridicolo” (’81). Appassionato di cucina, pubblicò un libro di ricette, “L’Abbuffone”, e fu consulente per diverse rubriche culinarie in TV e sulla carta stampata. Dal ’50 al ’90 girò 138 film, lavorò a teatro, in radio e in Tv, fece il regista (8 film) e vinse 3 David di Donatello, 4 Nastri d’argento, 2 Grolle d’oro, 1 Globo d’oro, 1 Festival di Cannes.
A lui sono intitolati vari parchi, cinema e scuole alberghiere in Italia, più un tratto di lungomare una frazione di Torvaianica. Grande tifoso milanista, nella vita privata Tognazzi ebbe 4 figli: Ricky (’55) dalla ballerina irlandese Pat O’Hara (mai sposata); Thomas (’64) dal’attrice norvegese Margarete Robsahm (sposata nel ’63); Gianmarco (’67) e Maria Sole (’71) dall’attrice Franca Bettoja (sposata nel ’72). Il 27 ottobre ’90 morì improvvisamente nel sonno, a Roma, a causa di un’emorragia cerebrale.
Franco Battiato (1945), Italia, musicista. Massimo interprete di avanguardia della musica italiana, è un artista colto e impegnato dalla filosofia alla pittura, passando per il cinema.  Nato a Riposto (CT), si affacciò sulla scena musicale a fine anni ’60. Sperimentò con ‘rock progressivo’ e ‘new wave’, e all’11° album il successo: “La voce del padrone” (’81) fece oltre un milione di copie ed entrò nella storia del pop italiano con “Bandiera bianca”, “Cuccurucucù” e “Centro di gravità permanente”. Dopo il primo successo al Teatro Regio di Parma (’87), proseguì alternando musica leggera, opera lirica e genere etnico, contaminati dai suoi interessi per l’esoterismo e le filosofie orientali. Nell’11 andò a Sanremo e il brano “L’alieno” (in coppia con Luca Madonia) finì 5°. L’anno dopo fu assessore al Turismo e allo Spettacolo per la Sicilia, ma lasciò dopo 4 mesi. Nel ’14 girò il documentario “Attraversando il Bardo”, sul tema della morte nelle diverse tradizioni spirituali d’Oriente e Occidente. Vegetariano convinto, Battiato non ama a la vita mondana e vive da solo.

Print Friendly, PDF & Email