Sabato 22 giugno, 173° giorno
dell’anno, 25^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 192 giorni

0
509
Un bellissimo jukebox del 1952

FRASE DEL GIORNO – La madre delle invenzioni è la necessità, ma anche la paura non è priva di ingegnosi sotterfugi. (Joseph Conrad)

SANTI DEL GIORNO – San Paolino di Nola (Vescovo), San Tommaso Moro (Martire, protettore degli avvocati), San Giovanni Fisher (Vescovo e Martire), San Niceta di Aquileia (Vescovo), Sant’Albano d’Inghilterra (Martire), Santi Giulio e Aronne (Martiri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1927 in vendita i primi Jukebox. S’introduceva una moneta e si girava una manovella per selezionare un disco tra quelli esposti in una vetrina rettangolare. Così funzionavano i ‘fonografi a moneta’, antesignani dei ‘jukebox’ moderni, messi in commercio per la prima volta dalla Ami, azienda già nota per la produzione di ‘pianoforti a gettoni’, la cui diffusione aveva aperto la strada ai mitici ‘contenitori armonici’.  Le prime versioni di jukebox erano in legno e contenevano 12 dischi a 78 giri. I prodotti Ami si affermarono soprattutto in Europa, mentre negli USA conquistarono il mercato marchi come Wurlitzer, Seeburg e Rock-Ola.
Nel 1983 scomparve Emanuela Orlandi. Oggi avrebbe 51 anni, ma quando di lei si perse ogni traccia ne aveva soltanto 15 e frequentava il liceo scientifico. Emanuela Orlandi, cittadina vaticana e figlia di un commesso della Prefettura della Casa Pontificia, fu vista l’ultima volta un pomeriggio di giugno, alla scuola di musica dove seguiva lezioni di canto corale e pianoforte. Inchieste giornalistiche e giudiziarie, incrociatesi con altre vicende oscure legate ai rapporti tra Stato italiano e Vaticano, non sono riuscite a fare piena luce sulla sua sparizione, che rimane tra i grandi casi irrisolti della storia italiana moderna.

NATI FAMOSI – Giuseppe Mazzini (1805-1872), Italia, politico. Nato a Genova e morto a Pisa, fu patriota, politico, filosofo e fondò la Giovine Italia nel 1831, presentata in Francia, dov’era esiliato, per portare avanti gli obiettivi di indipendenza, unità e libertà nazionali. Mazzini diede un contributo unico alla nascita dello Stato unitario italiano, anche se gli costò la latitanza, l’esilio e la morte in solitudine. Le sue teorie puntavano sull’unione degli stati in un’unica repubblica, retta da un governo centrale, sola condizione possibile per la liberazione del popolo italiano dagli invasori stranieri, contro un federalismo che avrebbe fatto dell’Italia, invece, una nazione debole. La salma, mummificata, fu sepolta nel Cimitero di Staglieno (GE) ed esposta al pubblico per la nascita della Repubblica Italiana.

Meryl Streep (1949), Usa, attrice. Nata a Summit (New Jersey) come Mary Louise Streep, è una delle migliori attrici internazionali e tra le più premiate della storia del cinema. Con 21 nomination vanta il record di candidature all’Oscar, che ha vinto 3 volte. Dopo aver studiato da soprano, la sua carriera artistica svoltò nel ’77, col capolavoro “Julia”, poi la sua stella si accese con “Il cacciatore” (1^ nomination agli Oscar) ed esplose con “Kramer contro Kramer” (1979), che le valse la prima statuetta. La seconda arrivò nel 1982 con “La scelta di Sophie”, la terza nel 2011 per “The Iron Lady”. Detiene inoltre il record di 31 candidature ai Golden Globe, vinto 9 volte. Fu pure vincitrice di 2 Screen Actors Awards, 3 Emmy, 1 Festival di Cannes, 2 Bafta, 1 Orso d’Oro e 1 d’Argento.

Dan Brown (1964), Usa, scrittore. Nato ad Exeter (New Hampshire) come Daniel Gerhard Brown, è autore di ‘thriller’ che si muovono tra omicidi, complotti e simbolismi, mettendo in crisi verità storiche e di fede. Con più di 200 milioni di copie vendute, è tra gli autori più popolari di sempre. Oltre i bestsellers “Crypto”, “Angeli e demoni”, “La verità del ghiaccio”, “Il simbolo perduto”, “Inferno” e “Origin”, la sua opera più celebre è “Il codice da Vinci”,  che con 85 milioni di copie è tra i libri più conosciuti e venduti al mondo. Da quest’ultimo libro partirono le trasposizioni cinematografiche delle sue opere, dirette da Ron Howard e con Tom Hanks nella parte del protagonista, il prof. Langdon, che proseguirono con “Angeli e demoni”, “Il simbolo perduto” e “Inferno”.

 

Print Friendly, PDF & Email