Domenica 16 febbraio, 47° giorno dell’anno, 7^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 319 giorni (bisestile)

0
1213
Il '46' Valentino Rossi, leggenda vivente del motociclismo mondiale, oggi compie 41 anni

FRASE DEL GIORNOI giudici di tennis di solito sono tennisti frustrati che non ce l’hanno fatta, o vecchi che vogliono guardare un po’ di sport. (John Mc Enroe)

SANTI DEL GIORNO – Santa Giuliana di Nicomedia (Vergine e Martire, protettrice delle partorienti), San Maruta (Vescovo), San Panfilo e Compagni (Martiri di Cesarea di Palestina), Santi Elia, Geremia, Isaia, Samuele, Daniele e Compagni (Martiri).

EVENTI DEL GIORNONel 1937 Wallace Carothers, chimico americano, ottenne il brevetto per il nylon, resina sintetica molto diffusa come fibra tessile e per altri usi.
Nel 1946 entrò in funzione ENIAC, primo computer ‘general purpose’ della storia.
Nel 1952 l’italiano Zeno Colò conquistò la medaglia d’oro in discesa libera alle VI Olimpiadi Invernali di Oslo (Norvegia).
Nel 1959 Fidel Castro diventò primo ministro di Cuba dopo il rovesciamento del presidente Fulgencio Batista avvenuto il 1° gennaio.
Nel 2005 entrò in vigore in Italia il ‘Trattato di Kyoto’, per ridurre l’emissione di CO2
del 6,5% entro il 2010, rispetto al 1990. 

NATI FAMOSI – John Schlesinger (1926-2003), Inghilterra, regista. Nato a Londra e morto a Palm Springs (California), cominciò come attore. Approdato a Los Angeles, diresse l’amico e collega Peter Finch nel drammatico “Via dalla pazza folla” (’67), firmando 2 anni dopo il suo capolavoro “Un uomo da marciapiede” (’69), che vinse 3 Oscar (“miglior regista”, “miglior film”, “miglior sceneggiatura”). Con lo stesso Dustin Hoffman girò “Il maratoneta” (’76), thriller che vinse 1 Golden Globe e 2 David di Donatello. Allo stesso genera rimase fedele con “Uno sconosciuto alla porta” (’90) e “The Innocent” (’93).
John Mc Enroe (1959), Usa, ex-tennista, allenatore e commentatore TV. Nato a Wiesbaden, città della Germania Ovest dove’era di stanza il padre militare, fu un grande campione di tennis degli anni ’80. John Patrick McEnroe Jr, questo il nome completo, fu numero 1 del tennis mondiale per 4 anni (’81-’84) pur avendo grandi avversari come Björn Borg, Jimmy Connors e Ivan Lendl, vincendo 77 tornei di singolo e 71 di doppio (record maschile) e 5 volte la Coppa Davis (’78, ’79, ’81, ’82, ’92). Davvero tanti i titoli ‘Slam’ portati a casa: 8 Wimbledon (3 in singolo, 5 in doppio), 8 Us Open (4 in singolo, 4 in doppio), 1 Roland Garros (doppio misto), più 10 ATP Finals (3 in singolo e 7 in doppio). 
Claudio Amendola (1963), Italia, attore e regista. Romano “de Roma”, l’anima capitolina e la vigoria fisica sono i punti di forza della sua cifra recitativa. Figlio d’arte del grandissimo Ferruccio Amendola (doppiatore di Robert De Niro, Sylvester Stallone, Dustin Hoffman e Al Pacino), si trovò a proprio agio nei panni del ragazzo difficile, scontroso e ribelle, in “Soldati – 365 all’alba” (’87), “Mery per sempre” (’89) e “Un’altra vita” (’93), che gli portò il David di Donatello. Passò poi alla commedia e alle fiction, spopolando ne “I Cesaroni” (’06-’14). Fece il conduttore Rai (“Amore mio, diciamo così”) e Mediaset (“Scherzi a parte”, “Le iene”), quindi debuttò dietro la cinepresa nel ’14 con “La mossa del pinguino”, commedia candidata al Nastro d’argento. Premio che vinse nel ’15 come “miglior attore non protagonista” del film “Noi e la Giulia”. Nella vita privata 2 mogli: Marina Grande (’83-’97) dalla quale ebbe 2 figlie, Alessia (’84) e Giulia (’89), poi Francesca Neri (’10) da cui nacque Rocco (’99). Tifosissimo della Roma, dichiarò le sue origini ebraiche a “Matrix”.
Valentino Rossi (1979), Italia, motociclista. Nato a Urbino (Marche) e cresciuto a Tavullia (PU), vinse 9 titoli mondiali, in quattro classi differenti, unico al mondo a farlo: 125 cc (1) 250 cc (1), 500 cc (1) e MotoGP (6). Figlio d’arte, in quanto il padre Graziano corse in moto nei ’70 e ’80, scelse sempre il numero 46, anche quando ebbe diritto al numero 1 come campione in carica. Lo fece perché era il numero del padre nel Motomondiale e di un pilota giapponese di cui era appassionato, Norifumi Abe. Corse con le scuderie Aprilia (’96-’99), Honda (’00-’03), Yamaha (’04-’10) e Ducati (’11-’12) tornando alla Yamaha nel ’13; disputò 402 gare, con 115 vittorie e 234 podi, ottenendo 65 volte la ‘pole position’. Proprietario dello SKY Racing Team VR46, interista, è fidanzato con la modella Francesca Sofia Novello (’94), di 15 anni più giovane.

Print Friendly, PDF & Email