Mercoledì 20 novembre, 324° giorno
dell’anno, 47^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 41 giorni

0
288
Una spettacolare immagine in salto di Kristian Ghedina, durante una discesa libera

FRASE DEL GIORNO – Si possono imparare molte cose dai bambini. Quanta pazienza abbiamo, per esempio. (Franklin P. Jones)

SANTI DEL GIORNO – San Benigno (Vescovo), Sant’Ottavio (Martire), San Solutore (Martire), Sant’Avventore (Martire), Sant’Edmondo (Re e Martire), San Bernoardo di Hildesheim (Vescovo), San Cipriano di Calamizzi (Abate), San Teonesto (Martire a Vercelli).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1985 Microsoft lanciò la prima versione di WindowsMenù a discesa, barre di scorrimento e finestre di dialogo che attraverso l’impiego di un mouse acceleravano e semplificavano l’utilizzo dei programmi. Si presentava così Windows 1.0, innovativo sistema operativo messo in commercio dalla Microsoft a novembre ’85.
Non riscosse però grande successo, a differenza del 2.0, lanciato nell’87, che consentiva di sovrapporre le finestre e di superare i 640 KB di memoria, oltre ad introdurre le “icone” e i tasti di “scelta rapida”. La svolta si ebbe con le versioni 3.0 e 3.1 che vendettero 10 milioni di copie nei primi anni ’90, facendo di Windows il sistema operativo più diffuso.
Con Windows, aggiornato nel 2012 dalle versioni 8 ed RT, Microsoft domina attualmente il settore controllando il 90% del mercato. A luglio 2015 uscì Windows 10.
Dal 1989 è la Giornata internazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Si commemora la data in cui l’Assemblea Generale dell’ONU approvò la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

NATI DEL GIORNORobert ‘Bob’ Kennedy (1925-1968), Usa, politico. Settimogenito della potente e sfortunata stirpe dei Kennedy, fu protagonista della politica americana negli anni ’60. Nato a Brookline (Massachusetts), si laureò in Legge ad Harvard e dedicò tutta la vita ai temi della giustizia e del diritto. Durante la presidenza del fratello John Fitzgerald fu ministro della giustizia. Destinato a raccogliere l’eredità del fratello (assassinato a Dallas il 22 novembre ’63), si candidò alle elezioni per il Partito Democratico, ma fu ucciso in un attentato il 6 giugno ’68, il giorno dopo la sua vittoria alle primarie in California e South Dakota. Tragico destino, troppo simile a quello del fratello per non avere alle spalle un complotto preciso. L’autopsia sul corpo di Bob Kennedy rivelò un foro di uscita del proiettile nella tempia destra, mentre il presunto assassino si presentò davanti a lui. Di qui si fece largo l’ipotesi che a sparare fosse stato un membro del suo staff, coperto dal gesto plateale del presunto attentatore, tale Sirhan B. Sirhan, giordano di origine palestinese.

Angela Finocchiaro (1955), Italia, attrice. Nata a Milano da una famiglia di origini siciliane, è un volto popolare del cinema e della TV, dove si distingue per versatilità destreggiandosi tra ruoli comici e drammatici. Iniziò a teatro negli anni ’70, con la compagnia sperimentale ‘Quelli di Grock’, e si avvicinò a Maurizio Nichetti, col quale debuttò al cinema in “Ratataplan” (’79). La seconda metà degli ’80 la vide trionfare nel cabaret con lo spettacolo “La stanza dei fiori di china”,  alternando al teatro la TV con le trasmissioni “La TV delle ragazze” e “Zanzibar”. Dopo molte fiction si fece apprezzare come attrice drammatica in “La bestia nel cuore” (’05) e “Mio fratello è figlio unico” (’07), che le valsero 2 David di Donatello, 1 Nastro d’Argento e 1 Ciak d’oro. Esilarante in “Benvenuti al Sud” (’10) e “Benvenuti al Nord” (’12), prosegue tuttora con commedie brillanti a teatro, serie TV (“Volevo fare la rockstar”, 2019) e al cinema (“Scappo a casa”, 2019).

Kristian Ghedina (1969), Italia, ex-sciatore e pilota. Nato a Pieve di Cadore (BL), arruolato nella GdF, amante della velocità sempre e comunque, gareggiò in Coppa del Mondo in discesa libera e supergigante, ottenendo 33 podi (13 vittorie). Ai Mondiali ’89 conquistò 2 argenti e 1 bronzo, ai campionati italiani vinse 12 ori, 5 argenti e 6 bronzi. Ritirato nel 2006, divenne pilota automobilistico, correndo per alcuni anni nella classe ‘superturismo’. Ma la sua grande passione è la moto, dove va sempre ‘fortissimo’.

Print Friendly, PDF & Email